Corriere dello Sport

Talent scout

Vedi Tutte
Talent scout

Ecco Walace, il brasiliano che piace alla Fiorentina

Ecco Walace, il brasiliano che piace alla Fiorentina

E' un mediano-regista, ha vent'anni e gioca nel Gremio, dove è stato scoperto dall'ex ct verdeoro Felipe Scolari, che ora allena il Guangzhou Evergrande in Cina. In Sudamerica viene paragonato per caratteristiche a Emerson, ex Roma e Juve.

 Stefano Chioffi

mercoledì 15 luglio 2015 16:31

ROMA - Gli allenatori che lo hanno visto crescere, dall’ex ct Felipe Scolari ai responsabili del settore giovanile del Gremio, lo hanno paragonato spesso a Emerson, soprannominato il “puma”, ex leader della Roma e della Juventus, del Bayer Leverkusen e del Real Madrid. Pressing, visione di gioco, forza nei contrasti, geometrie e generosità: ecco il biglietto da visita di Walace, che si è promesso alla Fiorentina e aspetta di volare alla corte di Paulo Sousa. In Brasile è considerato uno dei centrocampisti più completi e promettenti: detta i tempi della manovra, è ordinato in fase di impostazione, e lavora in copertura. 

LA TRATTATIVA - La Fiorentina ha sorpassato il Porto e il Benfica. Il Gremio chiede sei milioni di euro per il cartellino di Walace, classe 1995, ventinove presenze complessive nel “Brasileirao” con il club di Porto Alegre, dove aveva cominciato la carriera anche Emerson. Un paragone costante, una somiglianza legata alle caratteristiche e alla struttura muscolare. 

LE CARATTERISTICHE - Walace dimostra una maturità, anche a livello tattico, superiore alla sua età, come gli ha riconosciuto Scolari, che ha lasciato da poche settimane la panchina del Gremio per allenare il Guangzhou Evergrande al posto di Fabio Cannavaro. L’ex ct lo ha pescato nel Gremio Under 19, allenato da James Freitas, e dopo qualche partita lo ha promosso titolare, preferendolo a Felipe Bastos. Walace è il classico playmaker da 4-4-2 oppure da 4-3-3. 

IL MODULO - Scolari era rimasto sorpreso dalla sua personalità. E anche dopo l’arrivo in panchina di Roger Machado, quarant’anni, ingaggiato dai dirigenti dopo la partenza dell’ex ct per la Cina, Walace ha continuato a recitare una parte da protagonista. E’ alto un metro e 88, è robusto, ma il fisico non gli toglie agilità. Cattura tanti palloni, è ordinato negli appoggi e nel 4-4-2 di Roger Machado viene affiancato spesso da Edinho, che ha avuto in passato un’esperienza nel Lecce. 

IL CAMPIONATO ITALIANO - Walace indossa la maglia numero cinque, è nato il 4 aprile del 1995 a Salvador e ha disputato dieci partite su tredici nel “Brasileirao 2015": è stato schierato sempre nel blocco dei titolari. Sei i cartellini gialli. Macina tanti chilometri, senza smarrire però il filo del gioco. La Fiorentina lo aspetta e Walace è affascinato dalla possibilità di sbarcare nel campionato italiano. Il suo ruolo è lo stesso che aveva permesso a Paulo Sousa di consacrarsi. Il portoghese può diventare un maestro speciale per Walace, che ha debuttato nel “Brasileirao” il 27 aprile del 2014 contro l’Atletico Mineiro, gara vinta per 2-1 dal Gremio, allenato in quel periodo da Enderson Moreira. Ha fatto parte anche della nazionale brasiliana Under 20, diretta ora da Rogerio Micale e in precedenza da Alexandre Gallo.

Per Approfondire

Commenti