Kristian Thorstvedt, la Norvegia non è solo Haaland

Mezzala o trequartista, 22 anni, gioca in Belgio nel Genk, che ha lanciato Koulibaly, De Bruyne, Milinkovic e Malinovskyi
Kristian Thorstvedt, la Norvegia non è solo Haaland© EPA
3 min
Stefano Chioffi

L’impronta è quella dell’Ajax. Stessa politica aziendale del club olandese: scoprire talenti, valorizzarli e venderli. È questa la prima regola. Il Genk, a livello di scouting e di struttura organizzativa, è la nuova perla del Belgio. Colpisce la Top 11 dei giocatori lanciati: Cortouis in porta, Castagne e Maehle sono i due terzini, Koulibaly e Colley i difensori centrali. De Bruyne, Milinkovic, Malinovskyi e Berge (ceduto allo Sheffield United per 23 milioni) formano il centrocampo ideale. In attacco, Benteke con Leon Bailey o Hagi jr. Si lavora solo con i giovani, il modello è l’Ajax. La squadra è allenata da un olandese, John Van den Brom, e il suo vice è un italo-belga, Domenico Olivieri, classe 1968. Il gruppo ha un’età media di 23,4 anni. Jochen Janssen è il responsabile dello scouting del Genk, mentre il direttore generale è Eric Gerets, ex terzino del Milan di Giussy Farina e del Belgio di Guy Thys, secondo all’Europeo del 1980, mentre l’Italia veniva travolta dallo scandalo del calcio-scommesse.

LE SCOPERTE - Il Genk ha un centravanti nigeriano, Paul Onuachu, classe 1994, alto due metri e 01, che ha segnato 39 gol in 45 partite di Jupiler League e sogna di ripetere la parabola di Osimhen. Le offerte sono già arrivate, soprattutto dalla Premier: viene seguito dall’Arsenal e dall’Aston Villa. Ma nelle ultime settimane l’attenzione dei grandi club si è concentrata su Kristian Thorstvedt, ventidue anni, norvegese, mezzala o trequartista, fisico alla Milinkovic: colpi eleganti, forza atletica, un metro e 89, mancino, corsa, resistenza, fantasia, cresciuto nello Stabaek e nel Viking prima di trasferirsi in Belgio nel 2019. Costo dell’operazione: un milione e mezzo. Ha segnato dieci gol nella Jupiler League dall’estate del 2020.

LA STORIA - Figlio d’arte: suo padre Erik è stato uno dei portieri più apprezzati nella storia del calcio norvegese, vanta il record di presenze in nazionale (97) e ha giocato anche nel Borussia Mönchengladbach e nel Tottenham. Kristian Thorstvedt ha il contratto che scade nel 2023 e il suo procuratore è Jim Solbakken. È nato a Stavanger, sede di molte società petrolifere, il 13 marzo del 1999 e ha scelto il 42 come numero di maglia nel Genk. Nove partite e tre gol con la Norvegia, che ha trovato con questo centrocampista un’altra certezza dopo il fenomeno Haaland.

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti