Nwaneri e l’esordio in Premier League a 15 anni e 181 giorni

E’ il nuovo gioiello dell’Arsenal: gioca nel ruolo di trequartista e Arteta lo ha mandato in campo contro il Brentford per 3 minuti e 42 secondi
Nwaneri e l’esordio in Premier League a 15 anni e 181 giorni© Getty Images
3 min
Stefano Chioffi

Dai banchi della St. John’s Senior School a Enfield, mezz’ora di bus da Charing Cross e dal centro di Londra, al Brentford Community Stadium. Dai libri di letteratura inglese al 4-2-3-1 di Arteta, il tecnico spagnolo che ha deciso di farlo entrare nella storia dell’Arsenal e della Premier League a 15 anni e 181 giorni di età. Ethan Nwaneri è passato dalle interrogazioni alla St. John’s Senior School alle prime pagine dei tabloid. E’ diventato il più giovane esordiente del campionato inglese, entrando in campo nel finale - al posto del portoghese Fabio Vieira, ex Porto - in occasione della partita vinta per 3-0 dai Gunners contro il Brentford. 

IL RECORD - Ethan Nwaneri è nato a Londra il 21 marzo del 2007. E’ un trequartista, Arteta lo ha premiato dopo averlo ammirato durante gli allenamenti nel centro sportivo a London Colney. Ha battuto il record di Harvey Elliott, mezzala del Liverpool, che Klopp aveva lanciato in Premier nel 2019 contro il Fulham, a 16 anni e 30 giorni. Sono stati tre minuti e 42 secondi indimenticabili, quelli vissuti da Nwaneri a Brentford: maglia numero 83, origini nigeriane, stella della nazionale inglese Under 17 (tre partite e un gol con il ct Ryan Garry), mancino, una vita da calciatore che ha preso forma nell’Academy dell’Arsenal. “Dobbiamo essere bravi a coinvolgere anche i nostri giovani talenti”, ha detto Arteta, ex vice di Guardiola nel Manchester City e ora in testa alla Premier con diciotto punti in sette giornate. 

IL DIRETTORE SPORTIVO EDU - Conosce a memoria la storia dei Gunners e del mitico stadio di Highbury, che però ha conosciuto solo attraverso i video su Youtube, perché Nwaneri è nato nel 2007, un anno dopo che l’Arsenal aveva inaugurato l’Emirates. E’ un predestinato, questo trequartista che riesce a rendersi utile anche nel ruolo di attaccante esterno. Velocità e dribbling stretto, può ripetere l’evoluzione di Bukayo Saka e Smith Rowe, cresciuti in casa e diventati risorse fondamentali per Arteta, che sogna di vincere un titolo che manca dal 2004, con Wenger in panchina. Nwaneri ha sempre fatto notizia anche in passato: all’età di quattordici anni aveva debuttato segnando al Reading. Gli infortuni del capitano Ødegaard e di Zinchenko hanno lasciato Arteta a corto di soluzioni a centrocampo per la gara con il Brentford. A segnalarlo al tecnico sono stati il direttore sportivo Edu e Mertesacker, responsabile dell’Academy. Un assist perfetto: Nwaneri è uscito dallo stadio del Brentford tra gli elogi dei compagni e dopo poche ore è tornato a scuola, con lo zaino, alla St. John’s Senior School.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti