L'Italia convince anche con l'Inghilterra: Mancini resta primo nel girone

Gli Azzurri giocano una buona gara, soprattutto nel primo tempo, con uno schieramento sperimentale che non sfigura. Esordio per Gatti
L'Italia convince anche con l'Inghilterra: Mancini resta primo nel girone© Getty Images
3 min
TagsInghilterraItaliaNations League

WOLVERHAMPTON - A piccoli passi, con più ottimismo. 335 giorni dopo la finale europea di Wembley, l'Italia del nuovo ciclo di Mancini pareggia in casa dell'Inghilterra confermando i progressi mostrati nelle ultime due partite di Nations League. A Wolverhampton, davanti solo a tremila bambini e ai loro accompagnatori (gara a porte chiuse per gli incidenti durante la finale dell'Europeo), gli Azzurri giocano una buona gara, soprattutto nel primo tempo, con uno schieramento sperimentale che non sfigura. Uno 0-0 utile anche ai fini della classifica del girone, con l'Italia che mantiene il primo posto anche grazie al pareggio tra Ungheria e Germania.

Bella Italia con l'Inghilterra: Abraham imbrigliato, Pellegrini ispira
Guarda la gallery
Bella Italia con l'Inghilterra: Abraham imbrigliato, Pellegrini ispira

Pellegrini assist, Frattesi sfiora il gol

Rispetto alla squadra che ha battuto l'Ungheria, Mancini conferma solo Donnarumma e Pellegrini. Per il resto formazione tutta nuova, con Scamacca centravanti e il trio formato da Frattesi, Locatelli e Tonali in mezzo al campo, mentre in difesa fa il suo esordio azzurro Gatti. Dall'altra parte, anche Southgate rivoluziona la formazione lanciando il romanista Abraham in avanti, sostenuto da Sterling, Mount e Grealish sulla trequarti. In difesa il milanista Tomori. L'Italia parte bene mettendo in mostra qualità e un buon fraseggio a centrocampo. Dopo 3' Pellegrini smarca con un perfetto assist Frattesi in area, ma il suo piatto destro va fuori di poco. L'Inghilterra reagisce al 9' con un inserimento di Mount sul quale Donnarumma è bravissimo a deviare la conclusione sulla traversa.

Sterling spreca, l'Italia resta prima

La squadra di Mancini, però, non si scompone e continua a giocare a viso aperto mettendo in grande difficoltà gli inglesi. Con il passare dei minuti la gara perde di intensità, ma le occasioni non mancano. Al 25', su un bel cross di Di Lorenzo dalla destra, Tonali impegna Ramsdale in un difficile intervento. Gli Azzurri ci credono e, vedendo anche gli affanni dell'Inghilterra, continuano a spingere. Al 41' Scamacca controlla e si gira di destro tirando alto da buona posizione. Prima della fine del primo tempo ci prova anche Pessina con un sinistro dal limite che Ramsdale devia in angolo. In avvio di ripresa l'Italia torna in campo meno concentrata e un po' distratta. ne approfitta la squadra di Southgate, che inizia a comandare il gioco e al 7' va vicino al gol. Sul cross di James dalla destra, Sterling sbaglia clamorosamente da pochi passi. Mancini non è soddisfatto e al 19' cambia inserendo Esposito e Gnonto al posto di Pellegrini e Locatelli. Poi dentro anche Raspadori per Scamacca. L'Italia riprende forza, ma non riesce più ad avvicinarsi con costanza alla porta di Ramsdale. Nel finale ha più energie l'Inghilterra, ma la squadra di Mancini regge bene. Martedì prossimo, contro la Germania, un altro esame da superare.

INGHILTERRA-ITALIA, TABELLINO E STATISTICHE


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti