Corriere dello Sport

Cinema

Vedi Tutte
Cinema

Brutti e Cattivi, guarda in esclusiva il poster del film di Santamaria e D'Amore

Brutti e Cattivi, guarda in esclusiva il poster del film di Santamaria e D'Amore

I due attori (che nella realtà sono divisi dalla passione per la Roma e per il Napoli) interpretano dei personaggi ai margini nella periferia romana. Quella di Cosimo Gomez è una dark comedy da non perdere

 

mercoledì 26 luglio 2017 12:00

ROMA - Prendete il romanista Claudio Santamaria, mettetegli accanto il napoletano Marco D'Amore (sì, proprio Ciro l'immortale della serie-culto Gomorra): cosa ne può uscire? Cos'altro se  non una dark comedy imperdibile...

Perché è proprio questo Brutti e Cattivi, l'opera prima dello scenografo Cosimo Gomez, è uno spaccato della periferia romana alla massima potenza. I personaggi, poi, sono tutto un programma.

C'è il Papero (Santamaria), un mendicante paraplegico poco di buono che con la complicità di sua moglie, una bellissima donna senza braccia detta la Ballerina (la bravissima Sara Serraiocco), del suo accompagnatore, un tossico rastaman detto il Merda (l'irriconoscibile Marco D'Amore) e di un nano rapper il cui nome d'arte è Plissé (Simoncino Martucci), mette a segno una rapina nella banca dove il boss di un potente clan mafioso cinese nasconde i proventi delle sue attività illecite. 

E secondo voi un gesto del genere ad un boss del genere non avrà ripercussioni? Ovviamente sì. Ed è proprio da questo momento che la vita della sgangherata banda del Papero e del Merda cambia drasticamente: ogni componente sembra avere un piano tutto suo per il denaro trafugato, in una girandola di vendette, tradimenti, omicidi e arresti. Un trionfo di disorganizzazione che non potrà non farvi ridere. E riflettere allo stesso momento. 

In esclusiva per il Corriere dello Sport vi proponiamo il poster ufficiale del film (distribuito dalla 01 Distribution) che potete guardare qui sotto:

Brutti e Cattivi, guarda in esclusiva il poster del film di Santamaria e D'Amore

Articoli correlati

Commenti