Microfue, leader nei trapianti di capelli in Turchia

Una realtà leader nel settore dove professionalità e attenzione alle reali esigenze del cliente sono i punti principali nel lavoro di ogni giorno.

Sportivi e modelli di tutto il mondo l’hanno già scelta per i risolvere i loro problemi capillari e il perché è presto detto: Microfue, infatti, è una realtà solida e affidabile dove la parola chiave è professionalità. Nata dall’esperienza diretta del suo fondatore e direttore generale Roberto Capomazza che – dopo un intervento di chirurgia capillare in Turchia nel 2012 – ha deciso di dare vita all’azienda, oggi questa realtà è tra i leader del settore dei trapianti di capelli in Turchia. E a riprova dell’estrema affidabilità di Microflue non mancano i testimonial illustri.

Un esempio è il serbo Milinco Pantic, colonna portante dell’Atletico Madrid anni 90 noto per le sue punizioni potentissime note ai più come “bombe P”, che ha scelto proprio Microflue e la Turchia per combattere la calvizie e non esita a confessare che questa decisione gli ha cambiato la vita. «Un’esperienza - raccontava Pantic dopo l’operazione, mostrando la nuova chioma - piacevole anche sotto il profilo umano, per l’accoglienza del personale medico e infermieristico e, lo ammetto, per la sensazione di farmi del bene, di porre rimedio a una patologia che non produce dolori ma che ugualmente ha inciso sulla mia persona. I risultati sono notevoli: la gente per strada mi guarda stupefatta, non capisce, rivede me stesso da giovane». Non solo lui, però. Anche lo sportivissimo modello Liam McAleese, per esempio, si è rivolto a Microflue con grande soddisfazione così come il personaggio televisivo Culum Best, figlio del calciatore George. «Il nostro plus – spiega Capomazza è la capacità di proporre ai clienti un servizio “europeo” a un prezzo concorrenziale, seguendo da vicino chi sceglie di affidarsi ai nostri esperti sia nella fase che precede il viaggio sia nel post-operatorio». Oggi, d’altra parte, la Turchia è leader nel settore proprio grazie alla lungimiranza di persone come il fondatore di Microfue che, dopo averne testato personalmente le potenzialità, hanno intrapreso un attento lavoro per rendere questa possibilità accessibile a tutti. «La Turchia – spiega ancora – è un paese estremamente avanzato dal punto di vista medico e, in particolare, è all’avanguardia per quanto riguarda la chirurgia estetica e la chirurgia capillare. Nella sola città di Istanbul, d’altra parte, ci sono circa 400 cliniche».

Le strutture di Microfue-Cosmedica in città rappresentano un’eccellenza e, grazie alla professionalità dello staff guidato da un medico di fama mondiale, sono state anche raccomandate e certificate dalla Joint Commission International (JCI) USA, un’organizzazione indipendente, non governativa e senza scopo di lucro responsabile della creazione di programmi e protocolli di buona pratica ospedaliera.

Alla possibilità di sottoporsi a questi trattamenti (il cui prezzo varia a seconda del pacchetto prescelto con un’offerta va dall’offerta “alla carta” – dove si può scegliere anche la rivoluzionaria anestesia completamente indolore – fino all’all-inclusive da un lato e al basic dall’altro lato anche se, in ogni pacchetto, sono comunque compresi i trasporti in loco e un traduttore sempre presente in clinica) Microfue accosta anche la proposta dell’integratore Density Plus. «Si tratta – spiega Capomazza – di una formulazione completamente naturale, studiata dai nostri medici e testata ad oggi su più di 10mila persone che interviene per restituire densità ai capelli con miglioramenti visibili già in tre mesi di utilizzo». Il trattamento, da utilizzare per un minimo di sei mesi e da ripetere mediamente una volta all’anno, permette di agire dall’interno per garantire la salute del capello. «A tutti i nostri pazienti – continua Capomazza – consigliamo questo trattamento, da accostare a prodotti specifici per l’igiene dei capelli».

Contatti:
- Microfue
- Telefono: +39 327 6263768
- Whatsapp: +34619363237
- Telegram: Microfue Italia
- E-mail: info@microfue.it
- Sito Web: https://microfue.it/

A cura di Medias France

Commenti