De Laurentiis, l'esports è terra inesplorata

Le formazioni gestite dalla scuderia dei De Laurentiis non partecipano a nessuna competizione esports.
De Laurentiis, l'esports è terra inesplorata
TagsdelaurentiisBarinapoli

Aurelio De Laurentiis, nel recente passato, ha avuto sempre parole al miele per l’esports. Un fenomeno già studiato nel 2018, prima della sua esplosione a ridosso della Pandemia nel marzo 2020. Del resto, l’intrattenimento ha sempre avuto un ruolo cruciale nelle politiche del presidente del Napoli. La filosofia messa in atto da altri top club, però, non è mai stata replicata. Le nuove generazioni faticano ad appassionarsi allo sport tradizionale e l’esports può essere un buon viatico per non perdere contatto dai più giovani. Entrambe le realtà, dunque, possono coesistere e trainarsi a vicenda. Continua su EsportsMag,

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti