Altre eSports
0

NBA 2K20 si ferma per sostenere la protesta Black Lives Matter

Continua a ritmo serrato la campagna di sensibilizzazione #BlackLivesMatter, anche il videogioco NBA 2K20 si ferma per abbracciare le proteste anti razziste

NBA 2K20 si ferma per sostenere la protesta Black Lives Matter
© 2K Sports

Durante la giornata del 4 giugno, sono stati sospesi tutti i servizi di gioco sui server per circa 2 ore, in segno di protesta contro qualsiasi episodio di razzismo e di intolleranza. Per cui ai giocatori è stata data la possibilità di manifestare nel playground con indosso (sui propri avatar) alcuni dei simboli di questa campagna politica, come la maglietta nera con su scritto “Black Lives Matter“, “Say Their Names” o la frase “I Can’t Breathe”, pronunciata da George Floyd poco prima di morire soffocato sotto il ginocchio dell’agente Derek Chauvin.

All’interno del gioco, durante le 2 ore si sono quindi viste tantissime persone partecipare all’iniziativa, tutte accomunate da un sentimento di avversione verso chi prova odio nei confronti del diverso.

Tutte le notizie di Altre eSports

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina