CodeMiko: la streamer virtuale virale su Twitch

Si chiamano VTuber e sono modelli 3D animati per fare gli streamer. CodeMiko è solo l'ultima del suo genere
CodeMiko: la streamer virtuale virale su Twitch© CodeMiko

La moda dei VTuber ha origine in Oriente, soprattutto in Giappone, quando nel 2016 si cominciò ad utilizzare, come streamer, degli avatar animati piuttosto che se stessi in carne ed ossa. In Occidente, i VTuber non hanno preso piede, almeno fino ad oggi. Alcune star delle piattaforme di streaming, come la nota Pokimane, hanno iniziato ad utilizzare modelli in 3D animati da utilizzare durante alcune delle proprie dirette streaming. Ma il vero boom del genere è arrivato con il canale Twitch di CodeMiko, un avatar 3D che intrattiene il pubblico della piattaforma di casa Amazon. CodeMiko in pochissimo tempo ha raggiunto più di 200 mila follower e comincia così ad avere un seguito internazionale. L'avatar è stato progettato interamente dall'utente Technician, utilizzando tecnologie come XSense e Unreal Engine. Tutto è partito da Twitter quando Technician ha iniziato a mostrare alcuni video dei primi prototipi di CodeMiko attirando a sè molta curiosità. Ora, CodeMiko ha accumulato già all'attivo qualche diretta chiacchierando con il pubblico e dando la possibilità a quest'ultimo di modificare/far agire Miko stessa in vari modi (ndr. anche strani) donando un tot di bit (una "valuta" di Twitch). Altre dirette sono state fatte in compagnia di alcuni streamer famosi come la stesssa Pokimane o altri come Hasan e moistcr1tikal. Technician ha anche svelato che CodeMiko non è ancora al 100%, ma che dal primo gennaio 2021 vedremo la versione 3.0 del progetto.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti