Six Sweden Major: parola a François-Xavier Deniele

L’Esport Director di Ubisoft prova a giocare d'anticipo la competizione di Siege che andrà in scena nei prossimi giorni.
Six Sweden Major: parola a François-Xavier Deniele
2 min

Altro giro, altra corsa. Rainbow Six Siege torna protagonista e lo fa con il Six Sweden Major. Dall'8 al 14 novembre, le migliori 16 organizzazioni mondiali scenderanno nuovamente sul campo di battaglia dopo il Six Major andato in scena negli scorsi mesi in Messico. L'evento si disputerà nella città di Gävle in Svezia.

Squadre brasiliane favorite

Fari puntati inevitabilmente nei confronti della regione LATAM. I successi dei Ninjas in Pyjamas e Team oNe, tra Six Invitational e Mexico Major, non sono passati inosservati. “I team brasiliani – ha ammesso in esclusiva ai nostri microfoni François-Xavier Deniele, Esport Director di Ubisoft - hanno dominato gli ultimi due eventi internazionali e la regione LATAM sta sfornando sempre più campioni. Io vorrei congratularmi di persona con i ragazzi del Team oNe perché hanno messo in piedi una performance mai vista contro i Cyclops. Mi hanno sorpreso e non vedo l'ora di vederli giocare contro i migliori di APAC e NA”.

L'Europa alla ricerca del riscatto

Occhio, però, anche ai Team europei che hanno voglia di riscattarsi dopo un periodo non particolarmente fortunato. “I BDS – prosegue Deniele - non hanno perso nemmeno un match durante lo stage. Sappiamo che dominare uno stage non garantisce la vittoria, ma abbiamo visto che se la cavano molto bene anche negli eventi LAN, quindi li vedo come dei contendenti molto favoriti.

Evento ancora a porte chiuse

Il Six Sweden Major, intanto, non vedrà la presenza dei tifosi sugli spalti. L'emergenza sanitaria non permette una riapertura delle arene per il pubblico, ma Ubisoft ci sta lavorando per l'imminente futuro. “La pandemia – conclude l’Esport Director del publisher franco canadese - resta un ostacolo grande da superare. La situazione cambia di giorno in giorno e noi ci dobbiamo adattare di conseguenza. Speriamo di un evento in presenza il prima possibile. Stiamo monitorando la situazione pandemica a livello globale, ma vogliamo assicurarci di scegliere il momento perfetto per tornare a popolare gli spalti.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti