Padre gli rompe il monitor, pro di Fortnite glielo ricomprano

Il curioso episodio ha visto protagonista Aden “Zus” Atif, 16enne giocatore di Fortnite nella World Champion Series e due famose personalità del mondo esport
Padre gli rompe il monitor, pro di Fortnite glielo ricomprano© zus
2 min
TagsfortniteWorld Champion Seriesmonitor

I professionisti dell'esport non sono soltanto interessati a competizioni e sponsorizzazioni: da sempre quella dei videogiochi professionali è una delle community dove è più semplice "fare rete" ed assistere ad avvenimenti particolari.

Tutto è iniziato nello scorso fine settimana, quando si è svolta la Fortnite World Champion Series ed un nuovo giocatore, il 16enne Aden “Zus” Atif, vi ha preso parte insieme a migliaia di altri giocatori. Quel che però ha attirato l'attenzione della community esport sono le azioni del padre del ragazzo, che in un momento di rabbia è entrato nella camera del figlio (mentre stava portando a termine una partita del torneo) accusandolo di aver rotto una luce del bagno e, dopo una breve discussione, procedendo a rompere il monitor del figlio rendendolo praticamente inutilizzabile.

"Quando ho visto il monitor rotto ero devastato" ha commentato il giovane "Avevo passato tutta la settimana a prepararmi all'evento e anche se il monitor è rotto ho continuato a giocare perchè volevo qualificarmi con tutto il cuore e sentivo che niente e nessuno mi avrebbe potuto impedire di raggiungere i miei obiettivi".

Il ragazzo, che è riuscito a portare a termine la partita, ha postato su Twitter la sua storia specificando che non sarebbe più stato in grado di competere e che, avendo solo 16 anni, non aveva la possibilità economica per sostituire il monitor rotto.

Fin da subito la community di Fortnite, ed in generale della scena esportiva, si è attivata e ha fatto girare la voce, condividendo e retwittando la sua storia, fino a quando il noto presentatore e commentatore James Banks ed il famoso giocatore professionista Jaden “Wolfiez” Ashman (Campione del mondo in carica) non la hanno notata ed hanno deciso di aiutare direttamente il ragazzo, regalandogli un monitor nuovo (a testa) per permettergli di continuare a competere.

Zus ha ovviamente apprezzato il gesto: "Buonanotte Twitter, la giornata di oggi è passata dall'essere la peggiore di sempre alla migliore, amo la community di Fortnite con tutto me stesso"

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti