Il Barcellona punta ancora forte sugli esports

La società blaugrana firma un accordo con Gamers Hub Media Events Europe.
Il Barcellona punta ancora forte sugli esports
TagsBarcellona

L’acquisto di uno slot nella Superliga di League of Legends era solo un primo passo. Il Barcellona crede fortemente nella sua divisione esport, come dimostra la partnership stipulata con la società Gamers Hub Media Events Europe. Un accordo che porterà i player blaugrana ad allenarsi nella sede principale dell’organizzazione.

La nuova gaming house

Il Gamers Hub Media Events Europe è stato creato nel settembre 2021, attraverso un accordo tra il Barcelona International Gaming Center e il fondo di investimento Visionist Ventures. La società è specializzata nell'organizzazione di eventi e nella produzione di contenuti. GHME, inoltre, ha già collaborato con aziende del calibro di AMD e Omen per tornei esports in Europa, Africa e Medio Oriente. "Nel quadro di questa alleanza – fanno sapere dalla dirigenza del Barcellona – Gamers Hub Media Events, che ha una vasta esperienza nell'organizzazione di tornei esports online e offline, sarà in grado di organizzare e gestire competizioni di qualsiasi tipo. Il nostro obiettivo è quello di riunire i giocatori di tutto il mondo e trasmettere il nostro senso di appartenenza al Club".

Un binomio sempre più forte

Il Barcellona è entrato per la prima volta negli esports nel 2018, quando il club catalano ha annunciato una squadra su eFootball PES. Da allora, i blaugrana hanno gareggiato su Rocket League e Hearthstone. Gli sforzi in campo esports, poi, sono culminati alla fine del 2021 con l’ingresso nella Superliga di League of Legends. Un’operazione resa possibile grazie all’acquisto dello slot dell'organizzazione esports S2V.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti