Assassin's Creed: quale futuro?

Nuovi titoli di Assassin’s Creed sono in arrivo nei prossimi anni, dal mobile al multiplayer: ci siamo fatti raccontare la loro visione creativa.
Assassin's Creed: quale futuro?
3 min
Tagsassassins creed

In occasione del quindicesimo anniversario della saga di Assassin's Creed abbiamo intervistato Marc-Alexis Côté, executive producer del franchise. Nella nuova sede della Ubisoft a Parigi, Côté ci ha raccontato il futuro della saga in vista non solo dell'appena annunciato Mirage (ambientato nella Bagdad del nono secolo) ma anche di Codename Red (ambientato nel Giappone feudale), Codename Hexe (forse con protagonista una strega del 1600), Invictus (il multiplayer) e Jade (il titolo mobile).

Come mai avete deciso di tornare nel Medio Oriente per Assassin's Creed Mirage?

Per noi è un modo emozionante per celebrare il 15° anniversario del franchise: tornando alle nostre radici. Vogliamo che questo gioco sia una celebrazione di come abbiamo iniziato. Per questo ci sarà di nuovo un focus sul combattimento ravvicinato, sullo stealth e sul parkour, cioè i pilastri originali del franchise.

Di recente anche dei giochi relativamente giovani hanno ottenuto un remake: c'è all'orizzonte un remake dell'Assassin's Creed originale?

Beh, da curatore del franchise, rifarei tutti i nostri giochi, perché ora abbiamo accesso a una tecnologia molto migliore. Ho lavorato su quasi tutti i nostri Assassin's Creed e continuo a pensare a come possiamo migliorarli. Quindi, anche se non stiamo annunciando alcun remake, ci lasciamo aperta la possibilità in futuro.

Dal momento che avete annunciato più titoli single player che verranno supportati per più anni di fila come pensate di farli convivere?

Qui la mia risposta sarà duplice: la prima parte di questo ragionamento riguarderà il modo in cui stiamo estrapolando la meta storia dai giochi. Quando parlo di meta storia, per essere chiari, intendo l'arco narrativo di Desmond, o l'arco narrativo di Leila, i nostri personaggi del presente. Queste storie non vivranno più nei giochi stessi, ma nell'Infinity hub. Quindi ogni gioco diventerà un valido punto di ingresso nella serie. Mentre andrete avanti con le esperienze nel passato sarete in grado di procedere anche nella meta storia. Questo è uno dei dispositivi che consentirà ai nuovi giochi di vivere simultaneamente perché non c'è una narrazione lineare che va avanti con ciascun titolo. Il secondo modo in cui questi giochi vivranno contemporaneamente è perché la loro natura sarà abbastanza diversa da essere presa in considerazione da giocatori diversi. Abbiamo Assassin's Creed Red, un grande gioco di ruolo ambientato in Giappone che si evolve nel tempo. Abbiamo un progetto multiplayer chiamato nome in codice Invictus. E già questi due sono abbastanza diversi l'uno dall'altro. Codename Hexe, infine, che abbiamo solo fatto vedere brevemente, avrà un focus narrativo molto diverso da quello di Red e quindi sono certo avrà la sua base di fan.

Per quanto riguarda il Multiplayer, il nuovo approccio è simile a quello che è stato fatto in passato o ci sarà qualcosa di nuovo?

Perché non entrambi? Il nostro approccio sarà nuovo ma prenderà anche ispirazione dal passato. Non posso dirvi molto per ora ma degli aggiornamenti sono in arrivo.


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti