Bach, CIO: "Presto le Olimpiadi degli Esports"

L'annuncio in occasione del congresso di Mumbai: “Gli Esports avranno i loro Giochi”
Bach, CIO: "Presto le Olimpiadi degli Esports"
3 min

Nel corso del 141esimo congresso del Cio ospitato a Mumbai in India, paese che in realtà presto potrebbe cambiare ufficialmente nome in Bharat, il Comitato ha annunciato cinque nuovi titoli che saranno presenti ai Giochi di Los Angeles 2028. Si tratta di baseball-softball, cricket, flag football, lacrosse e squash. Per alcuni è un ritorno, per altri un esordio assoluto. Le cinque discipline sono state proposte dal Comitato Olimpico degli Stati Uniti per i Giochi di LA28 e sottoposte all’approvazione del Cio.

500 milioni di interessati all'esports

Oltre ad aver fornito una risposta positiva, il Cio tramite le stesse parole di Thomas Bach ha anche portato nuovamente l’attenzione sul tema dei videogiochi competitivi davanti alla presenza del Primo Ministro indiano Narendra Modi. Nel suo discorso Bach ha sottolineato come oggi nel mondo ci siano, secondo le stime, circa 3 miliardi di persone che giocano ai videogiochi, di cui 500 milioni sono interessati specificatamente alle competizioni esports, inclusi i virtual sports e le simulazioni sportive. “Ciò che per noi è ancora più rilevante”, ha aggiunto, “è che la maggior parte di loro hanno meno di 34 anni”.

Parlare ai giovani

Già da diversi anni lo sport tradizionale, con in testa il Cio, lamenta la difficoltà di raggiungere le nuove generazioni. Gli esports e i videogiochi in generale, potrebbero rappresentare uno strumento per parlare a queste giovani fasce d’età in modo più semplice e diretto. Motivo che ha spinto Bach a chiedere “alla nuova Commissione Esports del Cio di studiare la creazione degli Olympic Esports Games”. A parole non sembra qualcosa di nuovo, considerato che già nel 2021, in occasione dei Giochi di Tokyo, e nel 2023 si sono disputate due manifestazioni simili.

I primi Giochi Esports

Due anni fa il Cio aveva lanciato le prime Olympic Virtual Series che comprendevano soprattutto sport simulati virtualmente: attività fisica vera ma riprodotta poi su schermo. L’edizione 2023 invece, ribrandizzata Olympic Esports Series, ha aggiunto titoli sempre a tema sportivo ma meno virtuali e più digitali, come il titolo mobile Tennis Clash o Tic Tac Bow, ispirati rispettivamente a tennis e tiro con l’arco. La vera sorpresa però è stata rappresentata da Fortnite, presente alle OES disputate a Singapore lo scorso giugno con una mappa personalizzata e adattata per l’occasione in cui si dovevano colpire dei bersagli anziché gli avversari.

Maggiori dettagli su Esportsmag.it: continua a leggere qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti