Milan Games Week 23: ecco gli eventi principali del mondo videogiochi e esports

Ecco tutte le iniziative legate al gaming e agli esports della prossima Milan Games Week.
Milan Games Week 23: ecco gli eventi principali del mondo videogiochi e esports
5 min

Immersa in un contesto culturale in continua espansione, la missione dell’edizione 2023 di Milan Games Week & Cartoomics è quella di riunire tutte le arti e le forme di espressione all’interno di un unico appuntamento multidisciplinare, capace di dare vita a uno spazio in cui i visitatori potranno trovare il meglio delle proprie passioni in mostra. Il programma, ora disponibile su milangamesweek.it, riempirà le giornate della manifestazione con panel, concerti, dimostrazioni, anteprime e tornei esports. Le tantissime attività che si susseguiranno dal 24 al 26 novembre, troveranno spazio in una configurazione rinnovata, distribuita quest’anno nei padiglioni 9, 11, 13 e 15 di Fiera Milano Rho, che aggiungono ben 8000 mq di superficie all’edizione precedente.

Milan Games Week & Cartoomics avrà nei padiglioni 11, 13 e 15 la sua capitale del gaming grazie a una costellazione di espositori e alla Freeplay Area di Euronics. All’interno di questo spazio, infatti, ben 120 postazioni tra console e PC saranno messe a disposizione di tutti i visitatori per permettere loro di provare le ultime novità di Xbox Series X|S e il servizio Xbox Game Pass con Starfield, Forza Motorsport, Party Animals, Fallout 76, Jusant, Gotham Knights, Lies of P e Age of Empires 4 e di PlayStation5 con il nuovissimo Spider-Man 2. Nell’area saranno presenti anche HP, Bandai Namco con Naruto Connections e Plaion, che, insieme, concentreranno le proprie eccellenze in un unico luogo della manifestazione. Nintendo sarà la grande protagonista del padiglione 11, con un palco dedicato in cui i migliori content creator si sfideranno tra loro e con il pubblico ai titoli più amati di Nintendo Switch. Grazie a numerose station, il pubblico potrà provare le più recenti esclusive della grande N, come Super Mario Bros. Wonder, The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, Pikmin 4, Mario Kart 8 e il recentissimo WarioWare: Move It! e giocare in anteprima al tanto atteso platform di Ubisoft Prince of Persia The Lost Crown.

Lo spettacolo continua anche per gli appassionati della scena competitiva che, grazie all’Esportshow, potranno assistere in prima persona alle sfide tra i migliori player esports nazionali e internazionali alla Gillette Labs Arena, con KitKat Game Breakers, il torneo ARAM di League of Legends, la Gillette Bomber Cup e l’Italian Rocket Championship. Non mancherà anche QLASH che oltre alle Finals del Circuito Tormenta di League of Legends e Valorant, Minecraft Superleague, TFT Superleague e lo showmatch Valorhunters, sarà presente con una grande area LAN. Venerdì 24, sarà anche la volta degli Italian Esports Awards, la prima premiazione dedicata agli eSport italiani durante la quale verranno celebrati i team e i personaggi che si sono distinti maggiormente nel corso della stagione.

Tra un videogioco e l’altro, i riflettori punteranno anche sui mondi virtuali: sarà ospite di Milan Games Week & Cartoomics anche la leggenda del calcio Alessandro Del Piero che presso lo stand The Nemesis, la piattaforma di intrattenimento che offre esperienze di realtà virtuale e realtà aumentata, mostrerà il progetto che celebra la sua carriera utilizzando tecnologie d’avanguardia. Un grande spazio sarà dedicato agli indie, un settore in fortissima espansione nel mercato dei videogiochi, che anche quest’anno confermano la loro presenza a Milan Games Week & Cartoomics.

Nei tre giorni di manifestazione, infatti, il meglio del panorama indipendente italiano si metterà in mostra grazie alle iniziative Indie Dungeon, organizzata dall’associazione di categoria IIDEA, e la presenza in loco dei 5 finalisti di Red Bull Indie Forge, il progetto pensato per aiutare lo sviluppo dei videogiochi indie dello Stivale. Per i gamer più nostalgici, invece, Leonardo Interactive presenterà in anteprima nazionale a Milan Games Week & Cartoomics il tanto atteso Simon the Sorcerer Origins, il prequel tutto italiano dell’iconica avventura grafica lanciata nel 1993 su Commodore Amiga, la piattaforma che ha contribuito a cambiare per sempre l'industria videoludica. E sarà proprio su dispositivi prodotti dalla neo rinata Commodore, tornata oggi sul mercato grazie alla volontà di imprenditori 100% italiani, che il mitico maghetto muoverà nuovamente dopo 30 anni i suoi passi su schermo di fronte al grande pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA