Magic Arena: verso l'addio?

Wizards of The Coast abbandona il sogno di trasformare Magic The Gathering in un esport e ritorna sui tavoli di eventi e fiere. Per i giocatori è un ottimo segnale: le loro preghiere sono state ascoltate.
Magic Arena: verso l'addio?
3 min
Tagsmagic

Con un tweet abbastanza lapidario, cioè “Questo account non è più attivo”, Wizards of The Coast ha mandato in pensione il sogno esport di Magic The Gathering. L’account @MagicEsports ha infatti cessato la sua attività il 31 marzo ed ha invitato i follower a seguire il più generico @PlayMTG. Nella stessa giornata William Jensen, ex pro player del gioco e ora Director of Play Program dell’azienda, ha annunciato la nuova stagione competitiva ricevendo un plauso da tutta la community. In breve: si torna sui tavoli di gioco con le carte reali.

Il periodo della pandemia

Molti giocatori di Magic, possessori di mazzi molto costosi, avevano temuto che Magic Arena, versione digitale del gioco uscita nel 2018, avrebbe potuto rappresentare una vera e propria transizione del loro gioco preferito in qualcosa di diverso, totalmente on line. La pandemia scoppiata nel 2020 di certo non ha aiutato, annullando di fatto tutte le competizioni cartacee fino a quel momento messe in piedi con successo per vent’anni da Wizards of The Coast e gettando un’ombra sull’aspetto più bello del gioco cioè “The Gathering”, l’adunanza della community ad ogni grande evento.

Risultati sotto le attese

Da quel momento l’azienda statunitense ha provato a creare con Magic Arena un caso di successo su Twitch ma i risultati non sono stati incoraggianti. Nonostante Magic Arena sia molto bello da osservare e più intellegibile di una partita cartacea, i numeri degli spettatori dei tornei professionistici di alto livello connessi agli streaming ufficiali faticavano a crescere e addirittura ad arrivare ad alcuni eventi cartacei pre-pandemia.

Vendite fisiche alle stelle

Le vendite del gioco fisico, proprio nello stesso periodo, sono schizzate alle stelle e alcuni dei set più venduti della storia del gioco sono stati pubblicati proprio recentemente, con i negozi di fumetti chiusi e i tornei fermi. Speculazione o semplice passione da parte dei giocatori, non contenti di partecipare a partite online molto impersonali e invece legati ad una fruizione totalmente diversa del loro hobby preferito? Su Magic Arena non sono a disposizione alcune modalità molto amate come Modern o Legacy; sicuramente anche questo aspetto ha influito ed ha portato Wizards a rivedere i piani.

La fine dell'esports?

Il 31 Marzo 2022, quindi, l’annuncio tanto atteso è arrivato: si torna ai tornei cartacei. La nuova edizione dei Pro Tour, leggendari eventi professionistici, si terrà per la prima volta ad inizio 2023 e si giocherà con le carte e in presenza, pandemia permettendo. La morte di Magic Arena però, come auspicato da molti, è assolutamente scongiurata: il circuito permetterà infatti ai giocatori di qualificarsi sia giocando dal vivo, sia giocando online, facendo confluire tutte le piattaforme di gioco all’interno del nuovo corso di Wizards of the Coast, con buona pace di chi vorrebbe il contrario.


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti