Il decimo anniversario di League of Legends è uno show continuo: Riot monopolizza il web
League of Legends
0

Il decimo anniversario di League of Legends è uno show continuo: Riot monopolizza il web

Il #League10 day è finalmente arrivato, e Riot Games ci ha letteralmente sommersi di annunci e novità che nel prossimo futuro rivoluzioneranno League of Legends e non solo.

A Londra, proprio in queste ore, si sta tenendo un party esclusivo per celebrare i 10 anni di Riot Games e League of Legends, e tutte le personalità più illustri di questa decade sono state invitate a partecipare. Era stato giò annunciato che nel corso di tale evento sarebbero state annunciate diverse novità riguardanti il futuro della nostra cara Casa madre, ma nessuno si aspettava nulla di simile: da League of Legends e Tattiche di Squadra su Mobile a una serie animata, passando per un RPG, un picchiaduro, un gioco di carte, un management game e molto altro, ma procediamo con ordine e analizziamo il tutto.

Wild Rift: League of Legends su Mobile. “Ragazzi, avrete il Summoner’s Rift sui vostri dispositivi mobili” è stata la frase con cui Riot Games ha voluto lanciare ai suoi seguaci questa cannonata in pieno petto. Ebbene sì, nel 2020 potremo finalmente goderci dei match veri e propri di League of Legends su Mobile. Com’è possibile? Grazie a un parziale redesign della mappa a noi tutti cara, che si traduce in tempi di gioco più veloci, meccaniche diverse e un numero inferiori di campioni disponibili (almeno per ora), in modo da velocizzare il tutto e da permettere agli utenti di avere un’esperienza immersiva e soddisfacente anche su un dispositivo molto meno pratico di un computer per giocare a un MOBA.

Riot Games ha tenuto a precisare che non si tratterà di un “porting” nel senso stretto del termine, proprio per via di queste modifiche che sono state apportate ad ogni singolo aspetto del gameplay che tutti noi oggi conosciamo.
Non si hanno ulteriori notizie a riguardo, ma a breve verranno aperte delle sessioni di Alpha e Beta Testing, nelle quali pochi fortunati avranno la possibilità di scendere in campo con questo equipaggiamento insolito e aiutare il team degli sviluppatori a perfezionarlo prima di rilasciarlo in tutto il mondo.

Teamfight Tactics Mobile. Era da tempo che l’intera community chiedeva a Riot di effettuare un porting (stavolta vero e proprio) di Teamfight Tactics su dispositivi mobili, date le maggiori staticità e semplicità del gioco in sè rispetto a League of Legends, e Riot Games sembra aver ascoltato le reiterate sollecitazioni: ecco a voi l’ufficialità di Tattiche di Squadra su tablet e smartphone, che verosimilmente rivoluzionerà e amplierà a dismisura le possibilità di intrattenersi con questa modalità.

I developers, però, non hanno mancato di parlare di un altro aspetto di TFT, che da tempo già si conosceva, senza però i dettagli. Ebbene, a breve approderà sulla scacchiera delle mini leggende un’altra ondata di Campioni che andrà a sostituire quella che fino ad oggi siamo stati abituati a giocare, e si tratterà di “campioni che hanno a che fare con gli elementi”.

Senna: l’abbraccio dell’ombra. Già da qualche giorno le previsioni dei più coraggiosi avevano individuato in Senna il nuovo campione portato su League of Legends da Riot Games, ed effettivamente così è stato: il primo AD Carry da supporto approderà tra poche settimane sul Summoner’s Rift. Finalmente la lore riguardante Lucian si arricchisce di un nuovo capitolo, e la sua amata, strappata al pistolero luminoso dal crudele Thresh, torna a vedere la luce.

Login giornalieri con ricompense e uno shop personale rivisitato. A partire dal 17/10, con ogni accesso giornaliero riceveremo un premio esclusivo per questo anniversario così importante: dalle essenze gialle a dei frammenti di skin e campioni, passando per mini leggende, emotes e così via. Il suggerimento è ovviamente quello di non mancare nemmeno un giorno, in modo da potersi assicurare questi regali natalizi anticipati. Per l’occasione verrà anche riaperto il negozio di skin personale, con un’importantissima novità: sarà possibile ottenere (con molta fortuna) delle skin di rango Leggendario a un prezzo scontatissimo.

Dopo 4 anni torna la URF classica. Negli ultimi anni, tutti si sono accorti del cambiamento repentino apportato alla modalità di Ultra Rapid Fire da parte di Mamma Rito: la scomparsa della selezione dei campioni classica in favore di quella randomica in puro stile ARAM. Questa volta, però, dai piani alti è stata manifestata l’intenzione di riportare in via del tutto esclusiva sui server live la versione originale della URF, e sarà quindi possibile per tutti scegliere il proprio eroe prima di partire per la Landa degli Evocatori. La modalità sarà disponibile dal 28/10 all’8/11.

LOL Esports Manager. Forse la rivelazione più insolita dell’intero evento è proprio quella che porta in scena un nuovo titolo Riot basato sull’amministrazione di un team professionistico di League of Legends, a partire dai cavilli burocratici della gestione societaria vera e propria, fino ad arrivare alle fasi di Draft durante i match competitivi dei più importanti tornei internazionali. Sarà ovviamente possibile costruire la propria “rosa” di giocatori, che avranno ovviamente caratteristiche differenti a seconda delle loro abilità reali, e sarà per cui divertente riuscire a trovare un sistema funzionante per guidare alla vittoria la squadra più prestante di tutte, scontrandosi contro aspiranti manager provenienti da tutto il mondo.

Arcane: la serie animata di Riot Games. Come se non bastasse, Riot Games ha annunciato la produzione di una serie animata, nella quale (apparentemente) avremo la possibilità di vivere più da vicino, e in un modo tutto nuovo, il mondo di Runeterra e dei suoi abitanti. Come per le altre novità più succulente, non sono state fornite sufficienti informazioni per poter discutere approfonditamente dell’argomento, ma dal breve trailer pubblicato per l’occasione sul canale YouTube di RG possiamo intravedere una Jinx e degli altri soggetti ad ora sconosciuti, che probabilmente andranno ad arricchire ulteriormente il background storico di League of Legends come lo conosciamo oggi.

Legends of Runeterra: gioco di carte collezionabili. Nonostante i diversi rumor, non si era mai giunti ad avere la certezza matematica che Riot stesse sviluppando un gioco di carte collezionabili, ma a quanto pare a pensarlo non si sarebbe caduti in errore: vi presentiamo Legends of Runeterra, un gioco simile ad Hearthstone per quanto riguarda il gameplay (specialmente per quanto riguarda l’aspetto visivo dei menù, delle carte e del terreno di battaglia), ma con delle sostanziali differenze rispetto a tutti gli altri titoli di questo genere. Mancherà, infatti, la possibilità di comprare dei “pacchetti” contenenti nuove carte, in modo tale da scoraggiare i giocatori “pay 2 win” facendo partire tutti dallo stesso livello, senza differenze causate dalla scelta personale di spendere soldi reali sul gioco o meno. In un altro articolo spiegheremo meglio le meccaniche di gioco che sono state rivelate finora, considerando che è già possibile pre-registrarsi per la fase di Beta Testing e giocare oggi stesso.

Project L: un picchiaduro a tema League of Legends. Pochissime le informazioni rivelate a riguardo, ma il nuovo picchiaduro di Riot Games si trova ormai nelle fasi finali di sviluppo e programmazione, e sarà rilasciato presumibilmente l’anno prossimo.  Dalle immagini mostrate in anteprima durante la conferenza per il #League10 è stato possibile avere un’idea molto superficiale (ma è già qualcosa) del gameplay: uno stile molto simile a quello del celebre Tekken, re del genere dei picchiaduro ormai da diversi decenni. Anche questa è novità da attendere con ansia e fibrillazione.

Project A: quello che sembra essere uno sparatutto in prima persona. Il penultimo annuncio del grande evento di quest’oggi è quello di un altro nuovo gioco, stavolta uno sparatutto in prima persona, che sembra però avere dei tratti presi da altri generi, come dei poteri (o abilità) particolari dei diversi personaggi. Anche in questo caso, le pochissime chicche regalateci da Riot e dai suoi developers non ci permettono di andare oltre senza esporci al rischio di fare previsioni fin troppo errate da poter essere tollerate, ragion per cui occorre trattenere il fiato fino a nuove comunicazioni.

Project F: gioco RPG (probabilmente open world). L’ultima grande novità riguarda “Project F”, l’ennesimo nuovo titolo di Riot Games, che permetterà agli appassionati di League of Legends di potersi fare una camminata su Runeterra senza alcun vincolo relativo alla mappa: un open world, per l’appunto (ricordiamo nuovamente che si tratta di rumors).
Dal brevissimo trailer mostrato durante la conferenza si può vedere chiaramente che il developer in questione sta utilizzando Blitzcrank, rafforzando dunque la tesi che i protagonisti di questo gioco saranno i veri campioni di League of Legends, probabilmente con i loro propri background e caratteristiche personali, entrambi aspetti che fino ad oggi non sono mai stati realmente presi con serietà da RG.

Per concludere, sembra proprio che Riot Games sia finalmente riuscita a guadagnarsi anche sulla carta quella “s” da loro tanto agognata, e l’ha fatto nel migliore dei modi, considerando che sul web non si parla di altro da questa mattina. Le novità, però, non sono ancora finite, in quanto la società ha confermato che stanotte ci saranno dei piccoli extra riservati all’arrivo delle celebrazioni nel continente europeo, pesantemente penalizzato dal fuso orario americano per quanto riguarda la trasmissione dell’importantissima conferenza di cui si è discusso finora.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tutte le notizie di League of Legends

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina