League of Legends
0

PG Nationals:ecco cosa è successo nelle prime settimane

Le prime tre settimane di PG Nationals hanno regalato sorprese e conferme

PG Nationals:ecco cosa è successo nelle prime settimane
© PG Esports

Le prime tre settimane di PG Nationals ci hanno mostrato la forza dei vari team. In molti pensavano che sarebbe stata una corsa a due tra MKERS Samsung Morning Stars, ma alla fine così non è stato almeno per ora. Certo queste due squadre sono quelle più forti sulla carta, anche se gli outsiders non mancano in un summer split che sarà combattuto fino all'ultima giornata.

La lotta per la testa della classifica

Come detto in precedenza, già dalla fase di off-season, la lotta per la vittoria finale sembrava un affare a due tra MKERS Samsung Morning Stars. La squadra di coach Moo è al suo primo split all'interno del PG Nationals di League of Legends, ma può vantare un roster di altissimo livello, che potrebbe essere capace di competere anche in EU Masters.

Nella loro formazione possiamo trovare giocatori del calibro di Edward, che vanta una carriera competitiva lunghissima, risalente ai tempi dei Gambit. Il supporto armeno ha giocato più volte i Worlds (massima competizione internazionale di LOL), ed è il primo giocatore di questo calibro a calcare il palco del competitivo italiano.

I compagni di Edward sono altrettanto forti ed esperti, visto che hanno avuto già esperienze nel nostro campionato. Acidy, Rawbin IVZwyroo ed Endz sono dei mostri sacri, e lo hanno dimostrato in queste prime tre settimane chiudendo con uno score complessivo di cinque vittorie ed una sconfitta. 

Dall'altra parte abbiamo dei Morning Stars super competitivi, che non perdono terreno da questi MKERS che tentano la fuga. Anche loro si ritrovano con cinque vittorie ed una sconfitta, anche se l'unico match perso è stato proprio contro i loro diretti rivali per la prima posizione.

Il grosso vantaggio dei SMS è coach Cristo, uno degli allenatori più vincenti della nostra competizione. Ci ha ampiamente dimostrato di poter leggere alla perfezione gli avversari, e spesso è la carta vincente che fa guadagnare punti importanti alla sua squadra. Il roster, formato da StenbosseEckasKnighterGuubiClick, è uno dei più forti mai visti in Italia e punta a competere anche in campo internazionale.

Gli outsiders

Se fino ad ora abbiamo parlato delle due squadre leader del campionato, non possiamo fare a meno di considerare chi potrebbe dargli fastidio per la vittoria finale. I primi outsiders della lista sono sicuramente i Racoon, che hanno inserito all'interno del loro roster, giocatori del calibro di DeidaraFresskowy capaci di dare nuova linfa ai Procioni.

Attualmente non riescono a tenere il passo del duo che domina il PG Nationals, anche se sono riusciti a battere proprio quei MKERS che sembravano invincibili. Il risultato complessivo di quattro vittorie e due sconfitte li relega al terzo posto della classifica, ma crediamo che potranno dire la loro fino alla fine della competizione.

Subito dietro ai Racoon ci sono i Campus Party Sparks, vincitori di due split nel 2019, con un roster tutto rinnovato e tutto italiano composto da: OcclumatsGineCohleUnbannedxBrizz. In queste tre settimane non hanno espresso il loro pieno potenziale, chiudendo con un risultato complessivo di tre vittorie e tre sconfitte. Devono trovare ancora la loro quadratura del cerchio, ma quando lo faranno potranno giocarsi un posto nella top 4.

Infine troviamo gli Outplayed, anche loro con un roster nuovo e per tre quinti italiano. Le vere novità sono PatkicaaLOTUS, giovani ragazzi serbi che hanno fatto il loro esordio all'interno del campionato italiano. Oltre questi due nuovi ingressi, troviamo un trittico di connazionali molto che non ha bisgno di presentazioni. AkiTabaS1D sono lo zoccolo duro degli OP e l'hanno dimostrato anche in queste prime settimane di campionato.

Purtroppo le cose non sono andate come previsto, ed i risultati non stati quelli che tutti ci aspettavamo. Anche loro si attestano sul 3-3, che li pone a metà classifica a parimerito con gli Sparks. Devono lavorare molto per poter mettersi in carreggiata, anche perché PatkicaaLOTUS non sono ancora entrati nei meccanismi della squadra.

Ultimo posto per i playoff e zona retrocessione

Sul fondo della classifica si è accesa una lotta tra CyberGround GamingDaydreamers. I CGG sono uno dei team storici del PG Nationals anche se, con il tempo, si sono lentamente defilati dalla lotta per le posizioni nobili della classifica. Attualmente occupano il sesto posto della graduatioria e si trovano sul risultato di 2-4, ma hanno vinto l'importante scontro diretto contro i Daydreamers che li seguono a ruota. 

Non è facile dire quale di queste squadre potrà accaparrarsi l'ultimo posto utile per i playoff (e quindi la salvezza), anche perché sono due team giovani con due roster altrettanto inesperti. 

In ultima posizione, invece, troviamo i campioni uscenti: gli YDN. La dirigenza del team ha deciso di smantellare la vecchia formazione, dimezzando il budget a disposizione ed affidandosi ad un roster tutto italiano. Hanno riportato sulla scena delle leggende del competitivo (Vaniiali ed Horizon), ma tutto questo non ha pagato in termini di risultati visto il punteggio complessivo di 0-6. 

Fa un po' strano vedere questo team, che ha dominato lo spring split, in queste condizioni non proprio bellissime. Purtroppo sono scelte di cui le dirigenza si deve assumere la responsabilità, e dovrà rassegnarsi ad un retrocessione già acquisita.

Tutte le notizie di League of Legends

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina