Red Bull Factions: la fine della stagione regolare

L'ultima giornata regala l'accesso alla finale ai GG & Beer, che battono i NAT e si prendono il secondo posto complessivo
Red Bull Factions: la fine della stagione regolare© Red Bull

L'ultima giornata del Red Bull Factions non ha regalato soprese, ma ha mantenuto tutti i pronostici della vigilia. I MKERS chiudono imbattuti al primo posto, mentre i GG & Beer battono i NAT e si assicurano l'accesso alla finalissima del torneo. Occasione sprecata per il team di Paolocannone, che sfiora l'impresa ma si deve accontentare di un dignitoso terzo posto.

Goskilla-MKERS (0-1)

Il primo match della giornata era totalmente ininfluente in ottica classifica, visto che è stato giocato da due squadre che erano già sicure dei loro rispettivi piazzamenti. Questa leggerezza mentale si è tradotta anche nella partita vera e propria, che ha abbandonato i tatticismi classici per dedicarsi al divertimenti più sfrenato. Le due squadre hanno finito il game dopo solo 22 minuti, riportando però 68 kill sul tabellone. I MKERS rimangono quindi imbattuti, e si apprestano a mettere le mani su un trofeo che ha già il loro nome scritto sopra.

GG & Beer-NAT (1-0)

Questo scontro era il più atteso della giornata, tra due squadre che lottavano per portare a casa un posto in finale. Le speranze dei NAT erano moltissime, ma le cose non sono andate secondo i piani. Paolocannone e compagni avevano accumulato un grosso vantaggio nelle fasi inziali di game, anche grazie alle belle giocate di The GameSparapaw. Purtroppo, i ragazzi del NAT, hanno commesso tantissimi errori in sequenza, regalando spazio di manovra agli avversari che non si sono fatti pregare. I GG & Beer sono riusciti a tenere i nervi saldi fino alla fine, vincendo una partita che era andata sui binari sbagliati.

CyberGround Gaming-Outplayed (0-1)

Anche in questo caso abbiamo assistito ad una partita che non aveva più nulla da dire in ottica classifica, tra due squadre già eliminate. Nonostante questo, entrambi i team hanno dato spettacolo, lasciandosi andare (anche loro) al divertimento sfrenato. In tutto questo caos spicca Triestino (jungler degli Outplayed) che ci ha stupiti con la sua Kindred.

Commenti