Overwatch League: Homestand tra blackout e sold out
Overwatch
0

Overwatch League: Homestand tra blackout e sold out

L'Event Center in North Texas, ad Allen, fa il pieno di spettatori e lo spettacolo è assicurato. Tuttavia non mancano gli imprevisti e un blackout rovina in parte la gara.

Sabato inizia l'evento più atteso e innovativo per questa edizione delal OWL e il primo match è affidato a Paris Etenal contro London Spitfire. Un derby tutto europeo, che parte sottotono ma la sfida comincia a farsi intensa già dalla seconda mappa. I londinesi sono sempre un passo avanti, mentre i galletti francesi rincorrono il più delle volte e anche con ottimi risultati a livello di gioco. Tutto questo non basta ai francesi, e la partita si chiude con un pensate 0-4 per gli inglesi.

Anche il secondo match è un derby tra due squadre cinesi: Hangzhou Spark contro Chengdu Hunters. Il risultato è in bilico in quasi ogni mappa giocata, ma gli Spark sono in forma e lo dimostrano quando devono affondare il colpo decisivo. Gli Hunters strappano una sola vittoria, e cercano di portarsi in pareggio sull'ultima mappa. Difesa e attacco impeccabili portano gli Spark alla vittoria per 3-1.

Si prosegue con Houston Outlaws contro Seoul Dynasty, lo spettacolo qui cala bruscamente. Houston reagisce poco agli avversari e le prestazioni sono discostanti, mentre in una mappa si addormenta completamente nella successiva sembra dare il tutto per tutto. Seoul ne approfitta mettendo al sicuro subito il risultato, soffre in alcuni punti ma la differenza di gioco si nota. Seoul vince 4-0 ed è crisi profonda per la squadra texana.

L'ultimo match è affidato ai padroni di casa, ovvero i Dallas Fuel, che affrontano i Los Angeles Valiant. Il pubblico si infiamma e la sfida, al di là di quello che si potrebbe pensare, offre numerosi spunti e spettacolo per i fan. I Valiant non mollano mai la presa sugli avversari e combattono su ogni punto. Dal canto loro i Dallas fanno fatica a conquistare ogni singola vittoria. Anche i parziali e le statistiche ci parlano di due team quasi alla pari. I Dallas Fuel riescono con un po' di bravura e astuzia nelle tattiche a trovare una vittoria per 4-0, ma i Valiant non sono stati pessimi.

Domenica si prosegue con lo spettacolare match tra Hangzhou Spark contro Paris Eternal. I parigini sono in cerca di riscatto dopo la magra figura di poche ore prima contro i londinesi. Gli Spark freschi di vittoria si sentono al sicuro e lo dimostrano con una buona prestazione, che non manca di imprecisioni. Evidente è un po' di stanchezza da parte di entrambi i team, qualche errore tuttavia non pregiudica lo spettacolo e anzi mette in bilico il risultato più e più volte. Si arriva a giocare la quinta mappa per decidere il vincitore dopo 4 mappe e un risultato in parità. Spark la spuntano, complice un crollo psicologico dei Paris Eternal; il risultato finale è di 3-2.

Nel secondo match di giornata Chengdu Hunters ritrova la vittoria contro London Spitfire. Un risultato inatteso da parte del pubblico, che ritenevano la partita già in tasca degli inglesi. Dopo il primo parziale andato agli Hunters, i londinesi danno battaglia sulla seconda mappa e si portano in parità. Il disastro accade poco dopo, Spitfire non reagisce e sembra quasi paralizzato dal gioco avversario. I Chengdu Hunters vincono clamorosamente per 3-1, con una prestazione più che buona.

L'ultimo match della giornata vede affrontarsi Seoul Dynasty contro Los Angeles Valiant. Sarà la nuova location o il pubblico, sta di fatto che anche questa partita non è un male per gli spettatori. Se all'inizio i Dynasty sembravano imbattibili, man mano che il gioco va avanti i Valiant minano le certezze avversarie, rimontando più e più volte. Il risultato è clamorosamente in parità alla fine del 4° confronto e anche questo match finisce allo spareggio. Seoul Dynasty vince di poco, 3-2 e tanta amarezza per i Valiant.

Lunedì è l'ultima giornata e si chiude in grande stile con quello che sulla carta dovrebbe essere la partita più attesa, il derby tra le due squadre texane: Houston Outlaws contro Dallas Fuel. Finalmente i fuorilegge di Houston alzano la testa e giocano in maniera dignitosa, Dallas non è da meno. Entrambi i team soddisfano i propri fan, forse Houston poteva dare un po' di più per ottenere la vittoria che non arriva. Dallas offre un gioco più spensierato, anche se non sempre è incisivo e addirittura rischia di perderla. Dallas vince per 3-1 e volano in classifica, per Houston solo rammarico.

Il Punto. L'homestand chiama e il pubblico risponde, la trasferta della Overwatch League è un successo. Il bagno di folla per commentatori, giocatori ed esperti del settore è davvero imponente. Sono 4.500 persone che per due giorni varcano i cancelli e si uniscono sugli spalti per tifare e divertirsi. Non mancano i problemi tecnici, dopo l'avvio della prima partita tra London Spitfire e Paris Eternal capita un blackout che lascia al buio spettatori, squadre e tecnici per 45 minuti.

C'è chi parla di sabotaggio da parte di qualche cosplayer di Sombra entrato troppo nel personaggio, altri che siano state alcune squadre invidiose. Dopo l'ironia su twitter da parte dei partecipanti, i responsabili hanno fatto sapere che la causa del blackout non è stata identificata, ma in ogni caso c'è stato un calo di tensione elettrica in tutta la zona di Allen.
Sistemati i problemi tecnici la luce torna ad illuminare lo stadio e lo spettacolo. Quasi tutti i team fanno bella figura, soprattutto i Dallas Fuel che sono i padroni di casa. Le tre squadre cinesi continuano a battersi per un posto ai playoff e i London Spitfire rimangono saldi al 5° posto. Crollo dei Valiant, che seppur giocando bene in alcuni round si lascia sfuggire la vittoria ogni volta, ma nel complesso sembra le nuvole negative delle loro prestazioni sono alle spalle.

Grande occasione persa per Houston Outlaws che giocando nel proprio Stato non riesce a soddisfare i fan, troppe occasioni perse e le due sconfitte fanno scivolare il team alle ultime posizioni. I fan, dopo le partite, si sono goduti un party organizzato da GameStop, competizioni tra cosplayer, autografi con i giocatori e un variegato beverage, grazie alla recente collaborazione tra Bud Light e Overwatch League.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tutte le notizie di Overwatch

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina