Overwatch League: Washington ancora in testa, Toronto licenzia l'allenatore
© Blizzard Activision
Overwatch
0

Overwatch League: Washington ancora in testa, Toronto licenzia l'allenatore

Anche questa volta le sorprese non sono mancate in questa settimana di gare della Overwatch League. La classifica è completamente stravolta a due settimane dalla fine della regular season.

Venerdì si inizia con London Spitfire contro Vancouver Titans. Un match combattutissimo in cui ancora una volta i Titans accusano il gioco avversario. Alcuni errori segnano anche la partita dei London Spitfire, che dopo un buon inizio la loro prestazione vacilla. Il risultato finale è di 2-3 a favero dei Titans, che vincono con gran fatica. Si prosegue con Paris Eternal contro Philadelphia Fusion. Anche qui lo scontro è tra i migliori e senza esclusione di colpi. Il risultato è sempre in bilico, con grande sorpresa da parte del pubblico. I Fusion mostrano un'ottima coesione di gioco, mentre i parigini cercano la rimonta e la ottengono proprio allo spareggio, e vincono con il risultato di 3-2.

Il terzo match di giornata vede Toronto Defiant contro Florida Mayhem. Ormai la squadra canadese è in balia delle polemiche e non riesce a risollevarsi dalla crisi. Praticamente assente sugli schermi favorisce il gioco ai Mayhem che vincono a mani basse per 3-1. Risulto impietoso per Toronto, ma che regala ossigeno alla squadra della Florida. La giornata termina con Guangzhou Charge contro Seoul Dyansty. I coreani partono in quarta e si aggiudicano i primi due parziali, poi manca la lucidità di concludere e si fanno rimontare. I Charge approfittano del calo psicologico degli avversari per una bella rimonta. 3-2 il risultato finale.

Sabato vede scontrarsi Boston Uprising contro Washington Justice. Quest'ultima è all'apice della classifica e spera in un miracolo, che avviene. Mai visto il team dei Justice così agguerrito e di contro non si sono mai visti i ragazzi di Boston così sottotono. Washington impartisce una sonora sconfitta agli avversari con un ottimo 1-3. Il successivo match vede affrontarsi Dallas Fuel contro LA Gladiators. Anche qui scintille sugli schermi, con un ping pong di risultati tra le due squadre. Se i Fuel sembrano aver trovato la loro forma, i Gladiators sono pronti a smentirli sul campo. Dopo alcuni combattimenti poco esaltanti i Gladiators riescono a risollevarsi e a schiacciare l'avversario, rimontando con un risultato di 2-3.

L'altro match tra San Francisco Shock e Shanghai Dragons è sicuramente quello più “noioso” dal punto di vista del risultato e prestazioni. I Dragons appaiono stanchi e con poca voglia di vincere, di contro gli Shock sembrano imbattibili. Ottime giocate in attacco contribuiscono a sbarazzarsi facilmente degli avversari con il risultato di 3-1. La quarta sfida vede Hangzhou Spark contro New York Excelsior. Finalmente rivediamo gli Spark nella loro modalità competitiva e anche i NYXL ritornano a farsi sentire. Risultato sempre alla pari tra i due team, in cui nessuno demorde. Alla fine la spuntano i ragazzi di New York ma solo allo spareggio per 2-3.

Ritornano in campo i London Spitfire contro Houston Outlaws. Una sfida che potrebbe ribaltare le sordi della classifica per i texani, che tuttavia non ne approfittano. Anzi Houston è completamente paralizzata, mentre gli Spitfire riprendono in mano le redini del gioco. Ottima difesa e con ottime sortite in fase di attacco garantiscono la vittoria ai londinesi per 3-1. La giornata termina con Seoul Dynasty contro Toronto. Copione già scritto, con una piccola variante. Toronto da il massimo sta volta contro i coreani e porta a casa anche un parziale vinto e un pareggio, ma più nulla. I Dynasty non si scoraggiano e dopo aver concesso anche troppo agli avversari, finalmente vincono il round decisivo, e 2-1 per Seoul.

Domenica ritornano in campo i Florida Mayhem contro LA Valiant. Anche qui vediamo subito un pareggio tra i due team e un certo equilibrio nelle forze sugli schermi. I Valiant tuttavia mostrano un gioco più solido e compatto e riescono a scalzare gli avversari per 1-2. Si prosegue con il derby asiatico tra Chengdu Hunters contro Hangzhou Spark. Quest'ultimi sono ritornati al loro gioco, mentre gli Hunters perdono colpi. Poco convincenti i Panda si arrendono senza combattere con una sconfitta per 1-3 che pesa.

Philadelphia Fusion deve affrontare i Vancouver Titans in questo match, ma le speranze sono vane. I canadesi finalmente si ritrovano, il team si muove bene e anche la composition convince. Perdono qualche round, ma nulla di grave e si impongono con un sonoro 4-0 nei confronti dei Fusion che accusano il colpo. Ultimo match di giornata tra Washington Justice contro Houston Outlaws. Il pubblico ovviamente fa il tifo per i Justice che stanno vivendo il loro sogno. E il sogno continua con una buona prestazione, certo ci sono ancora errori in fase difensiva sulle mappe trasporto, ma tutto sommato il team regge. Houston al contrario non riesce a sfruttare le occassioni di vantaggio e perde allo spareggio per 3-2.

Lunedì vede come prima sfida i San Francisco Shock contro Dallas Fuel. Match noioso sotto l'aspetto del risultato e prestazioni, ormai i texani sono fuori dai giochi e anche psicologicamente a pezzi. Gli Shock inscalfibili e vincono facilmente per 4-0. Si conclude questa settimana con Guangzhou Charge contro NYXL. E qui arriva la sorpresa, con la sconfitta clamorosa dei ragazzi di New York. Se nel match precedente la squadra americana aveva mostrato la voglia di ritornare in cima alla classifica, qui si assiste ad un tracollo. I newyorkesi conquistano faticosamente un solo round, sulla prima mappa, poi tutto il resto del match è un dominio assoluto dei Charge. Gli asiatici vincono per 4-0 in maniera clamorosa ed inaspettata.

Il Punto. La notizia della settimana è che la direzione dei Toronto Defiant ha mandato a casa l'allenatore. I risultati di questa squadra sono stati davvero in picchiata. A febbraio il team canadese era partito bene con delle ottime vittorie e sembrava potesse competere con i migliori, ma già a metà stagione i Toronto si sono spenti. Sono riusciti a perdere anche match piuttosto semplici e con squadre che nei mesi successivi non stavano brillando. Sicuramente qualcosa non ha funzionato ed ora a pagarne lo scotto è l'allenatore.

Di contro in vetta alla classifica ci sono i Washington Justice che stanno continuando il loro sogno tardivo. Loro sono partiti malissimo e fino a poche settimane fa erano il fanalino di coda dell'intera competizione. Ci sono stati cambi nel team e la voglia di riscossa e finalmente stanno assaporando la zona playoff. Mancano ancora due settimane di gare e sicuramente gli altri team della zona playoff non staranno a guardare che Washington si prenda la vetta e possa in qualche modo puntare al montepremi di fase.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tutte le notizie di Overwatch

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

In edicola

Prima pagina