PG Nationals: i Mkers sono i campioni di Rainbow Six Siege
Rainbow Six Siege
0

PG Nationals: i Mkers sono i campioni di Rainbow Six Siege

Si è conclusa con 80.000 spettatori unici la prima edizione del Campionato Nazionale dedicato a Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, organizzato da PG Esports.

Con un secco 3-0 la squadra dei Mkers si è imposta sui Notorious Legione Esports nella finale del campionato italiano di Rainbow Six Siege. Nella splendida cornice del Teatro Olimpico di Roma, le due squadre si sono affrontate nell'atto conclusivo della stagione del titolo targato Ubisoft che in Italia vanta più di un milione di videogiocatori e appassionati. Più di 400 gli spettatori dal vivo che hanno assistito allo spettacolo competitivo e all'esibizione del rapper MadMan, senza dimenticare le migliaia di persone che hanno seguito l'evento in diretta streaming e che al termine si sono attestate su 80.000 spettatori unici.

Un numero impressionante che sancisce la crescita dell'interesse per la scena esport di Rainbow Six Siege in Italia: una scommessa che PG Esports, tournament organizer italiano, ha voluto fare in questo 2019. Otto squadre, due mesi di competizione, più di 40 giocatori semiprofessionisti si sono sfidati in 14 giornate di campionato più i playoff, prima di arrivare alla finale dell'evento. Fondamentale per la buona riuscita dell’evento anche il supporto di Predator, il brand di Acer pensato per i videogiocatori che ha fatto da Tech Partner per tutta la competizione.

I Mkers hanno schierato il solito team composto da Alation, Torok, Sloppy, Baka e Blurr, il quintetto che in campionato avevo conquistato l'imbattibilità, ottenendo 13 vittorie e un pareggio su un totale di 14 partite in regular season, più la vittoria in semifinale.  Nonostante un inizio decisamente sottotono, con un sorprendente 0-4 nel primo match, dopo un technical time out la squadra è ripartita alla grande vincendo in rimonta. Il 2-0 è praticamente una formalità e il 3-0 finale arriva sulle ali dell'entusiasmo del vantaggio maturato, con la kill finale di Blurr che è un'autentica prodezza.

Amir Hajar, direttore sportivo Mkers, ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di questa vittoria. I nostri ragazzi hanno dimostrato di essere ad un livello superiore rispetto agli altri, riuscendo a rimanere imbattuti per tutta la stagione, nonostante gli impegni sul fronte estero. Proprio in ambito internazionale stiamo focalizzando i nostri sforzi, consapevoli che l’asticella sale di molto ma è lì che si gioca la vera partita”.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tutte le notizie di Rainbow Six Siege

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

In edicola

Prima pagina