Starcraft II
0

StarCraft Community League: Moviemaker è campione

Un percorso durato quattro mesi, un’idea vincente che è andata a costruire un circuito che in Italia mancava dai tempi delle e-blue cup. E presto arriverà la seconda stagione.

StarCraft Community League: Moviemaker è campione

Quello della StarCraft Community League è più di un semplice cammino videoludico, partito il 19 agosto con tante belle parole e poi rivelatosi un esempio di progettazione a lungo termine, lungimiranza narrativa, proiezione sportiva.
Perchè la StarCraft Community League ha davvero rivoluzionato il modo di concepire StarCraft II nel nostro paese. Lo ha fatto in punta di piedi grazie al lavoro dell’Obsidian Team composto da Gabriele “Near” Idini, Claudio “StarBlast” Duso, Tiziano “Tizy” Bragazzi, Giampaolo “Stavka” Zammarchi e Nicola “KINKK” Bottazzo”.

Ragazzi semplici che hanno però saputo trasportare l’intera comunità italiana di StarCraft II in un viaggio mai tentato prima, una sorta di pionieri che solcando i mari degli esport hanno saputo navigare a vista, migliorando, adattandosi al contesto sociale e sportivo giorno dopo giorno. La StarCraft Community League è stata l’elogio alla semplicità, quella genuina semplicità di cui la comunità azzurra aveva bisogno in questo momento, una semplicità coinvolgente, appassionante e che ha portato a giocare decine di giocatori azzurri in un torneo diviso per leghe dalla oro alla master con l’unico sbarramento costituito dall’MMR.

StarCraft Community League: Moviemaker è campione

Quattro mesi di sfide, gioie e anche qualche sconfitta hanno accompagnato i giocatori in un emozionante percorso a tappe. Prima i tornei 1 vs 1, poi a squadre, poi le finali assolute con tutti i migliori giocatori. Alla fine a trionfare nella divisione Master, quella più importante, è stato Alfonso “Moviemaker” Fortunato, uno della vecchia guardia, un paladino dello StarCraft II “di una volta”, uno di quei Terran rocciosi e sempre presenti nella scena azzurra da regalare sempre grandi prestazioni. La finale con Pippins ha non solo rappresentato simbolicamente un passaggio di consegne tra vecchia e nuova generazione di Terran azzurri, ma ha anche dimostrato che la scuola Terran italiana riesce a produrre sempre grandi talenti. Il pensiero dovrebbe volare subito a Carlo “ClouD” Giannacco, oppure a Maurizio “StarEagle” Carioti, Federico “Narcotic” Tognini, giusto per fare degli esempi vicini nel tempo e assolutamente vincenti.

Forse ancora più importanti sono stati i tornei delle leghe Diamante, Platino e Oro che in questi mesi hanno permesso a molti giocatori di migliorarsi, arrivando magari a conquistare nuovi obiettivi in ladder, oppure semplicemente ad acquisire una maggiore consapevolezza nei propri mezzi. Una sorta di “coaching” in itinere, fatto di gioco, analisi dei replay e tanto divertimento ha accompagnato i giocatori delle “leghe basse” in questi mesi entusiasmanti di torneo.
Nicholas “Bloddroop” Carroll ha dunque vinto la divisione riservata ai giocatori di lega diamante, Daniele “Nash” Kordas quella riservata ai giocatori platino e Gabriele “VonBicycle” Masini ha trionfato nella lega riservata ai giocatori oro.

A interpretare e commentare le gesta dei partecipanti alla StarCraft Community League in questri mesi ci hanno pensato telecronisti di grandissimo spessore tra i quali possiamo ricordare Riccardo “Mobius” De Lungo, Fabio “Monta” Montagna, Flavio “MiaNonna” Rogledi, Francesco “Tornadorev” Ferro, Federico “UrunHero” Musu e Leonardo “leovil” Vilona con molti altri ospiti che si sono alternati durante le settimane dando il loro prezioso contributo.

La StarCraft Community League tornerà quindi nel 2020 con nuove importanti novità (tre clash league da gennaio a ottobre con finale a dicembre) e con il rinnovato obiettivo di stupire e divertire ancora appassionando e coinvolgendo centinaia di giocatori e amanti di StarCraft II.

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Tutte le notizie di Starcraft II

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina