Corriere dello Sport

Formula 1

Vedi Tutte
Formula 1

F1, associazione piloti chiede maggiore sicurezza

F1, associazione piloti chiede maggiore sicurezza

Dopo la morte di Bianchi, a 9 mesi dal terribile incidente di Suzuka

 

domenica 19 luglio 2015 11:15

ROMA - La Grand Prix Drivers Association chiede al mondo delle corse di continuare a migliorare la sicurezza in seguito alla morte di Jules Bianchi. Il pilota francese aveva riportato gravi ferite alla testa al Gran Premio del Giappone 2014, quando si è scontrato con una gru mobile dopo aver perso il controllo della sua vettura in condizioni di bagnato. L'introduzione di una Safety Car virtuale è la misura che la FIA ha introdotto per migliorare la sicurezza dopo l'incidente, ma sia l'organo di governo e la GPDA sono impegnati a rendere lo sport più sicuro possibile.

GRANDE TALENTO - «La Formula Uno ha perso un grande talento, un grande uomo e un grande amico. Ventuno anni dopo la morte di Ayrton Senna e Roland Ratzenberger, ora abbiamo perso Jules, che è morto per la diretta conseguenza di un incidente in pista. E' in momenti come questo che ci si ricorda brutalmente di quanto siano tuttora pericolose le gare. Nonostante i notevoli miglioramenti, abbiamo il dovere verso il mondo delle corse, i piloti, Jules, la sua famiglia e i suoi amici, di continuare a migliorare la sicurezza», ha spiegato la Grand Prix Drivers Association.

Per Approfondire

Commenti