Corriere dello Sport

Formula 1

Vedi Tutte
Formula 1

F1, ecco i motori del 2021: costi ridotti, suono più potente

F1, ecco i motori del 2021: costi ridotti, suono più potente
© EPA

La FIA ha stilato le linee guida per la progettazione della prossima generazione di power unit: 3.00 giri al minuto in più per i turbo garantiranno un rombo più corposo

Sullo stesso argomento

 

martedì 31 ottobre 2017 16:47

ROMA - Costi ridotti, un rombo più potente e una competizione più aperta con la nuova generazione di motori della Formula 1, che sarà sviluppata a partire dal 2021. È quanto prevedono le linee guida che la F1 e la FIA hanno stilato insieme, preparando quindi un’altra rivoluzione tecnica in tema di power unit e far sì che il maggior livello di competitività possa attirare più tifosi. «Abbiamo ascoltato quello che pensavano i fan sulle attuali power unit e quello che vorrebbero vedere in futuro - ha spiegato Ross Brawn, a capo della direzione sportiva della F1 - l’obiettivo era definire un set di regole per facilitare la costruzione delle unità motore e permettere l’ingresso di nuovi costruttori nel Circus».

ARCHITETTURA IBRIDA Le specifiche puntuali dei motori 2021 saranno rese note solo alla fine del 2017, ma nel frattempo sono già state illustrate alcune caratteristiche della prossima generazione. Verrà mantenuta l’attuale architettura ibrida da 1.6 litri con turbo. Quest’ultimo elemento, però, aumenterà il regime di rotazione di 3mila giri al minuto proprio per generare un rombo dal suono più potente e aggressivo. Verrà abbandonata l’unità MGU-H che ha fatto riscontrare diversi problemi, in favore di elementi MGU-K addizionali, per la generazione di energia da utilizzare secondo la volontà del pilota. Le batterie e la centralina elettronica saranno standard. Dovrà inoltre essere garantito il più alto livello di compatibilità progettuale tra telaio e motore per favorire il passaggio di una power unit da una monoposto all’altra e, infine, saranno individuate regole più strette sull’utilizzo dei carburanti e sul loro numero utilizzato.

Tutto sulla F1

Il calendario del 2017

Articoli correlati

Commenti