Corriere dello Sport

Formula 1

Vedi Tutte
Formula 1

F1, Gp Brasile: Bottas in pole, Vettel secondo

F1, Gp Brasile: Bottas in pole, Vettel secondo
© Getty Images

Hamilton out, ma la Mercedes partirà comunque davanti a tutti con il finlandese, poi le due Ferrari

Sullo stesso argomento

 

sabato 11 novembre 2017 18:07

INTERLAGOS - Ancora una Mercedes in pole position: questa volta è quella di Valtteri Bottas che centra all'ultimo secondo il miglior tempo in qualifica per il Gp del Brasile. Alle sue spalle, con il secondo e il terzo tempo, le due Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, al termine di una qualifica a combattuta e a tratti dominata. Bottas ha girato in 1'08.322 realizzando il nuovo record della pista con Vettel staccato di 38 millesimi e Raikkonen a 216 millesimi. Quarto tempo per Max Verstappen, poi Ricciardo, Perez, Alonso e Hulkenberg, seguiti da Sainz e Massa. A causa delle penalizzazioni, tra cui quella di Ricciardo, la griglia di partenza subirà delle modifiche. Soltanto 15 volte in Brasile ha vinto chi è partito dalla pole, ma è sempre successo negli ultimi quattro anni.

GRIGLIA DI PARTENZA

 

Q1 CON COLPO DI SCENA, Q2 DA RECORD -  Subito un colpo di scena nel Q1 con Lewis Hamilton che è finito contro le barriere danneggiando la sua Mercedes. Il britannico ha commesso un errore, perdendo il controllo della sua monoposto e finendo contro le barriere di protezione. Nessuna conseguenza per lui, per fortuna. I commissari hanno esposto la bandiera rossa in pista sospendendo la qualifica che è ripresa, poi, dopo pochi minuti. Al termine delle Q1 sono rimasti fuori Wehrlein, Gasly, Stroll, Ericsson e Hamilton. Da segnalare Felipe Massa, quarto dopo la prima fase delle qualifiche alle spalle di Raikkonen, Bottas e Vettel. In Q2, invece, Sebastian Vettel è stato il più veloce con il tempo di 1'08"494 nuovo record della pista di Interlagos. A 144 millesimi la Mercedes di Valtteri Bottas. Primo degli eliminati Ocon, quindi Grosjean, Vandoorne, Magnussen e Hartley.

SEGUI IL GP IN DIRETTA 

 IL CALENDARIO DELLA F1

Articoli correlati

Commenti