F1, la McLaren ingaggia un campione di videogames

Rudy Van Buren, olandese di 25 anni sarà uno dei piloti ufficiali al simulatore: ha battuto 30mila avversari in un torneo di eSports
F1, la McLaren ingaggia un campione di videogames© Getty Images
TagsF1McLareneSports

ROMA - Un campione di videogiochi entra a far parte del team di F1 della McLaren. Rudy Van Buren è stato assunto dalla scuderia britannica come pilota ufficiale per il simulatore. Si è guadagnato l’incarico non attraverso un colloquio di lavoro, ma dopo aver battuto in pista circa 30mila sfidanti, che avevano partecipato a un concorso indetto dalla stessa McLaren. Un mega torneo di eSports nel quale il primo premio, appunto, era un posto fisso al simulatore.


SECONDA CHANCE Rudy è olandese, ha 25 anni e nella vita di tutti i giorni, oltre a essere un grande appassionato di videogiochi, fa il rappresentante di vendite. Ma in passato, quando era ancora ragazzino, ha corso con buoni risultati nei kart: ha vinto il titolo olandese nel 2013, ma ha dovuto poi ritirarsi per mancanza di fondi. Ora la vita gli ha dato una seconda opportunità, visto che il suo contributo sarà decisivo nello sviluppo della monoposto del 2018. E chissà che poi, se saprà dare preziosi consigli, la McLaren non decida di fargli fare il gran salto dal simulatore alla pista…

 

Tutto sulla F1

Alonso verso Daytona

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti