F1 Gp Azerbaijian, Isola: «Difficile prevedere le strategie»
© Getty Images
Formula 1
0

F1 Gp Azerbaijian, Isola: «Difficile prevedere le strategie»

Il responsabile Car Racing di Pirelli analizza la gara di Baku

BAKU - «Anche in qualifica le temperature asfalto sono state piuttosto basse. L'asfalto molto scivoloso ha portato ad alcuni bloccaggi e flat spot, con i piloti che hanno usato quasi esclusivamente pneumatici soft da inizio a fine qualifica. Unica eccezione i due piloti Ferrari, che hanno provato la C3 medium nel Q2. Dati i livelli bassi di usura e degrado su questa pista, potremmo assistere a una gara a una sola sosta. Sul tracciato cittadino di Baku ci sono però alcuni fattori da tenere in considerazione: uno è il rischio di contatti tra le monoposto, l'altro sono i periodi di safety car». Queste le parole di Mario Isola, responsabile F1 e Car Racing Pirelli. 

F1: Bottas pole in Azerbaijan, terzo Vettel

FINESTRA AMPIA «È quindi difficile avere un quadro preciso delle strategie, data anche la finestra molto ampia per la sosta. In qualifica, la temperatura asfalto si è abbassata molto, soprattutto a causa delle due lunghe interruzioni. Le condizioni del tracciato sono cambiate parecchio da inizio a fine sessione, influenzando il comportamento dei pneumatici e la strategia».

Tutte le notizie di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola