F1 Ferrari, Vettel: «I tedeschi non sono mai soddisfatti»
© EPA
Formula 1
0

F1 Ferrari, Vettel: «I tedeschi non sono mai soddisfatti»

In un'intervista al quotidiano Spiegel il pilota tedesco ha parlato dei suoi connazionali: «guardano sempre il lato negativo»

BERLINO - Ci vorrebbe maggiore «sostegno e serenità, leggerezza e lealtà»: parola di Sebastian Vettel che auspica, così, un atteggiamento più positivo da parte dei suoi connazionali. In un'intervista al giornale tedesco "Spiegel", il 31enne pilota della Ferrari ha parlato dei tifosi ma anche dei tedeschi in generale.

F1, a Baku ancora doppietta Mercedes. Vettel 3°

NEGATIVITA' - Vettel lamenta il fatto che i suoi connazionali «non sono mai soddisfatti e guardano sempre più al negativo che al positivo; insomma, noi tedeschi passiamo troppo tempo a lamentarci e troppo poco tempo a complimentarci con chi fa bene», si legge nell'intervista. E a proposito di elogi, Vettel ha ribadito la propria sincera stima nei confronti del rivale della Mercedes Lewis Hamilton. «Oggi sento che spesso è necessario fermarsi e ammirare ciò che è stato realizzato, e questo non vale solo per chi vince in Formula 1. La velocità della nostra vita non lascia spazio alla riflessione e all'ammirazione, tutto viene dimenticato troppo rapidamente e già si pensa a scrivere la storia successiva», ha detto.

IL TITOLO CON LA ROSSA - «L'obiettivo è sempre quello: diventare campione del mondo con la Ferrari - ha raccontato ancora Vettel - Possiamo batterli, lo abbiamo già dimostrato - ha aggiunto parlando della Mercedes e ha concluso - Siamo a un livello che tutti conoscono, io faccio bene il mio lavoro e cerco sempre di migliorarmi ma so che anche l'altro può fare altrettanto». Vettel, infine, vede in Charles Leclerc più un compagno di squadra che un rivale: «Siamo un bel team e stiamo lavorando sodo per sviluppare l'auto insieme».

Tutte le notizie di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola