F1, Pirelli: «Safety car decisiva per le strategie a Barcellona»
© AP
Formula 1
0

F1, Pirelli: «Safety car decisiva per le strategie a Barcellona»

Il responsabile gare Mario Isola sottolinea come l'esito della gara sia stato influenzato dall'ingresso della safetu car, che ha spostato le strategie verso le due soste

BARCELLONA - Quinta doppietta consecutiva per la Mercedes, con la vittoria di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas nel Gp di Spagna. La gara, che si preannunciava a una e due soste, è stata influenzata dall'ingresso della safety car nel finale che ha consentito ai piloti di testa di effettuare un pit stop "extra". Tutti i piloti tranne Hulkenberg, infatti, si sono fermati due volte, con il secondo pit stop (per la maggior parte) in regime di safety car. Il periodo di safety car ha permesso a Hamilton di fermarsi senza perdere la testa della corsa, com'era già avvenuto in occasione della prima sosta.

La Roma resiste. Gp Spagna, delusione Ferrari


SAFETY CAR DECISIVA Secondo Mario Isola, responsabile F1 e Car Racing Pirelli, il momento safety car è stato decisivo per l'esito della gara: «Si è rivelato il momento chiave della strategia perché ha portato quasi tutti i piloti verso le due soste, azzerando i distacchi in vista di uno 'sprint' finale. Fin dal via è sembrato chiaro che la gara si orientasse verso la possibilità di adottare strategie differenti a una o due soste, con tutte e tre le mescole disponibili in gioco - ha spiegato - Alla fine, e' parso piuttosto difficile fare un solo pit stop, e si è verificata dell'usura su soft e medium, su un circuito molto severo in termini di carichi sugli pneumatici. Ora ci concentreremo sul secondo test in-season di martedì e mercoledì, con Ferrari e Racing Point impegnate con una seconda monoposto nei test di sviluppo 2020» ha poi concluso Isola.

Tutte le notizie di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola