Formula 1
0

Helmut Marko: "F1 poteva dare l'esempio gareggiando in Australia"

Il collaboratore della Red Bull racconta i retroscena del weekend di Melbourne: era stato protagonista di alcune dichiarazioni controverse sull'emergenza coronavirus

Helmut Marko:
© Getty Images

ROMA - Nuove controverse dichiarazioni di Helmut Marko sul tema coronavirus. Il collaboratore della Red Bull ha raccontato al portale austriaco OE24 alcuni retroscena sul delicato weekend in Australia in cui si è deciso a pochi minuti dal via della prima sessione di libere della prima gara del Mondiale 2020 di Formula 1 di annullare tutto dopo la positività al tampone di un membro McLaren: "Speravo che la Formula 1 potesse dare l'esempio. In Australia gli organizzatori e le autorità locali volevano far correre la gara, anche noi della Red Bull avremmo voluto e altre scuderie, poi Toto Wolff è stato obbligato dal suo capo in Mercedes a cambiare idea".

Helmut Marko: "F1 poteva dare l'esempio gareggiando in Australia"
© EPA

Il paragone con Indianapolis

Il dirigente austriaco si trovava a Melbourne venerdì nei momenti concitati: "Sono stato in Australia quattordici ore, poi sono tornato immediatamente indietro. In aeroporto si è ammucchiato un enorme numero di persone, se non prendi il coronavirus lì, non saprei dove". Il tira e molla in Australia ha ricordato la gara di Indianapolis 2005 in cui, per motivi diversi, gareggiarono solo tre scuderie: "A Indianapolis 2005 hanno partecipato tre scuderie. Penso che se fossimo usciti in pista venerdì, gran parte dei team avrebbe fatto lo stesso".

Tutte le notizie di Formula 1

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola