Formula 1
0

F1 Mercedes, Hamilton: "La morte di Floyd ha scatenato una reazione"

Il pilota britannico, nella confereza stampa di presentazione del mondiale, è tornato a parlare di temi extra sportivi

F1 Mercedes, Hamilton:
© EPA

SPIELBERG - "E' stato un peccato che ci sia voluta un'altra morte di un nero negli Stati Uniti per dare il via a tutto questo movimento. Il filmato ha fatto scoccare una scintilla e ha aumentato la sensibilità e la consapevolezza delle persone per conoscere ancor più questa questione". Lewis Hamilton, pilota della Mercedes, ha commentato così, durante la presentazione della stagione mondiale, la reazione planetaria di fronte alla morte di George Floyd.

Red Bull Ring pista complessa

Il sei volte campione del mondo però non si è fermato attaccando gli altri team: "E' positivo vedere che c’è una reazione e che la gente voglia vedere più intraprendenza da parte della F1 e la F1 ha reagito in modo positivo. Anche la Mercedes vuole partecipare a questo processo e c’è una grossa attenzione sul tema dell'eguaglianza e dell'inclusione. Non ho sentito nulla da altri team, il mio appello era per tutti in questa industria. Ci sono tanti posti di lavoro e tanti opportunità ma al momento sono poche le opportunità offerte per le minoranze. Io non smetterò di spingere fino a che non vedremo un vero cambiamento: tutto inizia con l'istruzione ed è per questo che ho istituito la mia Commission. Non credo che tutti abbiano un'opinione del perché non abbiamo diversità nel paddock".

Hamilton si è poi fermato sull’aspetto tecnico della gara di domenica: "L’Austria è una pista impegnativa per l'altura e per le temperature che abbiamo trovato negli anni passati, qui non abbiamo mai trovato la finestra perfetta per la nostra macchina. Quest'anno, però, pensiamo di aver compiuto dei miglioramenti sotto questo aspetto".

Il pilota inglese si mostra ottimista alla vigilia del Gran Premio d'Austria, prima tappa del Mondiale 2020 di Formula 1. "Sono contento di tornare in pista, è stato un periodo difficile e ci sarebbe piaciuto fare più spesso ciò che amiamo fare. Ma in questo periodo ci siamo concentrati su altre cose ed è stato comunque positivo. Rispetto al passato però non c’è nulla di diverso, è sempre stata una maratona. Ci sono comunque tante gare e anche se sono condensate e spremute in un periodo di tempo più breve, credo che sarà grandioso poter tornare a lavorare".

Il fenomeno britannico ha poi parlato del Mondiale indicando la Red Bull come principale avversario: "Sono sembrati piuttosto forti nel corso dei test e mi aspetto che saremo molto vicini. Verstappen sta crescendo di anno in anno e mi aspetto che sarà un avversario molto molto forte. In Austria loro saranno una sfida molto importante per noi", ha chiosato Hamilton.

Tutte le notizie di Formula 1

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

In edicola