F1, ipotesi Salary Cap: Mercedes e Red Bull fuori budget, Ferrari ok

La possibile introduzione del limite agli ingaggi dei piloti costringerebbe le scuderie a modificare la propria politica: ad essere colpite, in particolare, sarebbero Mercedes e Red Bull
F1, ipotesi Salary Cap: Mercedes e Red Bull fuori budget, Ferrari ok© Getty Images
Tagsformula1ferrariMERCEDES

ROMA - La Formula 1 si prepara a una vera e propria rivoluzione che potrebbe cambiare i piani dell'intero paddock: Liberty Media e FIA, infatti, stanno valutando seriamente l'ipotesi di introdurre un limite agli stipendi dei piloti ipotizzando un tetto massimo di 30 milioni di dollari per l'ingaggio di entrambi i componenti. Una cifra che potrebbe riguardare soprattutto i top team, Mercedes e Red Bull in testa. Stando alle cifre riportate da RaceFans, infatti, i due top team sarebbero fuori dai parametri imposti fuori rispettivamente di dieci e tre milioni di dollari. Sulle Frecce d'argento, infatti, pesa l'ingaggio monstre di Lewis Hamilton mentre per la Red Bull il "peso" più importante è quello riguardante Max Verstappen. Nessun problema, invece, per quanto riguarda la Ferrari che con i 12 milioni percepiti da Charles Leclerc e i 10 destinati a Carlos Sainz sarebbe ampiamente nelle cifre imposte.

Tutte le altre scuderie già nei parametri

Mercedes e Red Bull, quindi, sarebbero le uniche due scuderie a dover rivedere la propria politica per quanto riguarda gli ingaggi dei piloti. Tutte le altre, infatti, sono al di sotto della soglia stabilita con McLaren, Aston Martin e Alpine comprese tra i 20 e i 25 milioni e i team "minori" ampiamente dentro con Haas e Williams fanalini di coda con appena 2 milioni per entrambi i piloti

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti