F1, Hamilton vittima di insulti razzisti dopo l'incidente con Verstappen

Arriva il comunicato da parte della Mercedes, FIA e Formula 1: "Inaccettabile"
F1, Hamilton vittima di insulti razzisti dopo l'incidente con Verstappen© EPA
TagsF1hamiltonfia

ROMA - L'ennesimo caso di razzismo è stato riscontrato dopo la gara domenicale al Gran Premio di Gran Bretagna. A farne le spese è Lewis Hamilton che è stato discriminato sui social dopo l'incidente con Max Verstappen. Un contatto che soprattutto i tifosi di casa Red Bull non hanno preso nel migliore dei modi. Nulla che giustifichi insulti del genere. A sottolinearlo è la stessa Mercedes in una nota congiunta con la FIA e la Formula 1: "Questi casi inaccettabili di offese online devono essere evidenziati ed eliminati”.

Il comunicato congiunto

“Durante e dopo il Gran Premio di Gran Bretagna di ieri, Lewis Hamilton è stato oggetto di molteplici casi di insulti razzisti sui social media dopo una collisione in gara - si legge -. La Formula 1, la FIA e il Mercedes-AMG Petronas F1 Team condannano questo comportamento nel modo più risoluto possibile. Queste persone non hanno posto nel nostro sport e chiediamo che i responsabili siano ritenuti responsabili delle loro azioni. La Formula 1, la FIA, i piloti e le squadre stanno lavorando per costruire uno sport all’insegna della diversità e dell’inclusività". 

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti