F1 Gp Qatar, Binotto: "Sapevamo che questa sarebbe stata una pista difficile"

Il team principal della Ferrari vede il bicchiero mezzo pieno: "Il 7° e l’8° posto non è quello a cui ambiamo, ma non è stato un weekend al di sotto delle aspettative", ha ammesso.
F1 Gp Qatar, Binotto: "Sapevamo che questa sarebbe stata una pista difficile"© ANSA ANSA ANSA
Tagsformula1ferrariBinotto

LOSAIL - La Ferrari torna dal Gp del Qatar con un 7° posto conquistato da Carlos Sainz e l'ottavo con Charles Leclerc. Non certo il risultato sperato, ma sufficiente ad allungare nel mondiale costruttori sulla McLaren con il vantaggio della scuderia di Maranello che, a due gara dal termine, permette al Cavallino di blindare il terzo posto in classifica. Vede il bicchiere mezzo pieno Mattia Binotto, team principal della Ferrari, che ai microfoni di Sky Sport analizza la gara: "Non è stato un weekend al di sotto delle aspettative. Di certo il 7° e l’8° posto non è quello a cui ambiamo, ma sapevamo che era una pista difficile per noi. Abbiamo sofferto l’usura, ma l’abbiamo gestita. Abbiamo cercato di fare un singolo pit stop chiedendo ai piloti di non spingere, se non alla fine. Ha funzionato soprattutto se guardi altri che hanno bucato. Questa Ferrari ha un problema di usura, ma la squadra l’ha saputa gestire", ha ammesso.

Binotto fiducioso in ottica futura

Una prestazione non eccezionale, ma che soddisfa Binotto, soprattutto per quanto riguarda la gestione della gara e il lavoro dei piloti, capaci di portare a casa un risultato che permette di allungare sulla McLaren nonostante un weekend non troppo positivo per la Rossa: "I piloti hanno fatto una buona gara. Il nostro motore è affidabile, non degrada di prestazione con i chilometri e se lo avessimo cambiato oggi non avremmo chiuso all’ottavo posto con Leclerc" ha concluso il team principal Ferrari. 

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti