F1, è ufficiale: Mazepin correrà come neutrale, la Haas cambierà livrea

L'esito della riunione straordinaria del World Motor Sport Council (WMSC) per affrontare le questioni relative alla situazione in corso in Ucraina
F1, è ufficiale: Mazepin correrà come neutrale, la Haas cambierà livrea© Getty Images
4 min
TagsF1ucrainarussiamazepin

ROMA - Nikita Mazepin potrà continuare a correre in Formula 1. E' questa la decisione più importante presa oggi dalla FIA, riunitasi oggi in un consiglio strordinario a seguito dell'aggravarsi del conflitto in Ucraina. Nello specifico, la nota della Federazione dice che "piloti russi e bielorussi, singoli concorrenti e funzionari potranno partecipare a competizioni internazionali o locali solo in qualità di neutrale e sotto la 'bandiera FIA', previo specifico impegno e rispetto dei principi FIA di pace e neutralità politica, fino a nuovo avviso". Via anche da divisa, equipaggiamento e vetture "simboli, colori, inno, bandiere nazionali russa e bielorussa". La Uralkali, azienda mineraria vicina al presidente russo Putin e proprietà del padre di Nikita Mazepin, Dmitry Mazepin, non potrà dunque più essere sponsor della Haas. La stessa scuderia dovrà cambiare la livrea delle monoposto, inizialmente ispirata alla bandiera russa, come ha già fatto durante i test di Barcellona.

 

Funzionari russi e bielorussi sospesi

Pugno di ferro invece nei confronti dei dirigenti provenienti da Russia o Bielorussia. Si legge infatti nella nota: "Rappresentanti dei membri FIA russi e bielorussi dovranno ritirarsi temporaneamente dai loro ruoli e responsabilità, siano essi funzionari eletti o membri di commissioni". Ancora più dure le misure contro le Federazioni automobilistiche russe e bielorusse, che non riceveranno più alcuna sovvenzione da parte della FIA. Confermata anche la cancellazione del Gran Premio di Formula 1 di Russia del 25 settembre prossimo, mentre nessun team russo o bielorusso potrà partecipare a nessuna competizione FIA. Tutte le disposizioni, specifica il cominicato, sono da intendersi "fino a nuovo avviso", con il presidente Mohammed Ben Sulayem, che continua a monitorare la situazione in Ucraina.

Ben Sulayem: "Da FIA decisioni rapide"

Il presidente della Federazione Internazionale dell'Automobile, Mohammed Ben Sulayem accompagna la nota con questa dichiarazione: "Come sapete, la FIA sta osservando gli sviluppi in Ucraina con tristezza e sgomento e spero in una risoluzione rapida e pacifica della situazione attuale. Condanniamo l'invasione russa dell'Ucraina e i nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che soffrono a causa degli eventi in Ucraina. Vorrei sottolineare che la FIA, insieme ai nostri promotori, ha agito in modo proattivo su questo argomento la scorsa settimana e ha comunicato le sue decisioni a Formula 1, Formula 2, WTCR e International Drifting Cup. Una versione aggiornata dei diversi calendari internazionali della FIA sarà presentata al meeting del WMSC in Bahrain per l'approvazione". E ancora: "Voglio ringraziare i membri del Consiglio per la loro pronta azione nel decidere queste misure nell'interesse dello sport e della pace. Siamo solidali con Leonid Kostyuchenko, il presidente della Federation Automobile d'Ukraine (FAU) e la più ampia famiglia FIA del paese. Le misure adottate oggi riconoscono l'autorità della FAU in Ucraina e sono anche in linea con le raccomandazioni formulate di recente dal Comitato Olimpico Internazionale. Stiamo discutendo attivamente con i nostri membri mentre continuiamo a estendere la nostra compassione e supporto nel momento del bisogno. Speriamo sinceramente in una soluzione pacifica alle loro intollerabili difficoltà".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti