F1, le sanzioni alla Russia colpiscono Mazepin: congelati beni per 105 milioni a Olbia

Il provvedimento della Guardia di Finanza riguarda un immobile a Portisco, nel comune di Olbia
F1, le sanzioni alla Russia colpiscono Mazepin: congelati beni per 105 milioni a Olbia© EPA
1 min
TagsF1mazepinOlbia

ROMA - La Guardia di Finanza ha disposto il congelamento di un immobile del valore di 105 milioni di euro presso Portisco, località nel comune di Olbia. Il complesso è intestato a una società riconducibile a Dmitry Arkadievich Mazepin e al figlio Nikita, ex pilota di Formula 1 licenziato dopo lo scoppio del conflitto russo-ucraino. Mazepin aveva cominciato la preparazione con la Haas, squadra che fino a due mesi fa era sponsorizzata dall'azienda russa Uralkali, per poi essere messo alla porta dopo l'inizio della guerra.

Il comunicato della Gdf

La Guardia di Finanza, nell'ambito dell'operazione di congelamento dell'immobile, afferma che "nell'ambito degli accertamenti per l'individuazione delle risorse economiche riconducibili ai soggetti che sono stati inclusi nell'allegato I del Regolamento (Ue) n. 269/2014, è stato eseguito un provvedimento di congelamento nei confronti del russo Dmitry Arkadievich Mazepin e del figlio Nikita Dmitrievich Mazepin, pilota di Formula 1 della scuderia Haas F1 Team fino al 5 marzo scorso, avente oggetto un complesso immobiliare a uso residenziale sito nel Comune di Olbia (SS), località Portisco, del valore di circa 105 milioni di euro, riconducibile ai predetti soggetti per il tramite di un veicolo societario estero".


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti