F1, Norris: "Porpoising? Giusto che ci sia solidarietà tra colleghi"

Il pilota della McLaren interviene sulla questione dei saltellamenti: "Noi non siamo stati colpiti. Cambiare regole in corsa non è l'ideale"
F1, Norris: "Porpoising? Giusto che ci sia solidarietà tra colleghi"© Getty Images
2 min
TagsF1McLarennorris

ROMA - Il tema del porpoising sta tenendo banco in questi giorni che porteranno la Formula 1 ad approdare a Silverstone nel prossimo weekend. La direttiva della FIA non mette d'accordo team e piloti e si rischiano ulteriori tensioni nel paddock. Tra le scuderie che però non stanno soffrendo di questo fenomeno c'è la McLaren di Lando Norris, con il pilota britannico che si concede in un'intervista al "Telegraph", dove dice: “La verità è che noi non ne siamo colpiti e senza dubbio ci sono due team che hanno lavorato meglio rispetto agli altri. Ma cambiare le carte in tavola a stagione in corso non sarebbe certo l’ideale".

L'appello di Norris

Il pilota della Papaya chiede però che i piloti si diano una mano l'un l'altro davanti al problema del porpoising, che riguarda non solo le performance, ma anche la sicurezza di chi le monoposto alla fine poi le guida. "Certamente - dice Norris - ci sono persone competenti che stanno analizzando la situazione. Quando la direttiva tecnica della FIA entrerà in vigore, inevitabilmente ci saranno scuderie più colpite di altre. Ma se fossi io ad avere un potenziale problema di salute vorrei poter contare sull’appoggio di tutti i miei colleghi. Mi piacerebbe che ci fosse la massima solidarietà".

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti