Corriere dello Sport

Ferrari

Vedi Tutte
Ferrari

F1 Ferrari, Raikkonen: «Il massimo che potevamo fare»

F1 Ferrari, Raikkonen: «Il massimo che potevamo fare»
© LaPresse

Per Arrivabene la strategia a due soste era la più veloce

Sullo stesso argomento

 

domenica 4 settembre 2016 18:13

 

MONZA - «La partenza è stata discreta ma dopo abbiamo solo potuto seguire per tutta la gara le Mercedes, che sapevamo fossero molto forti. La nostra auto andava bene ma questo è il massimo che potevamo fare oggi e quindi va bene così, anche se vorremmo che le Ferrari fossero sempre al top». Lo ha detto Kimi Rakkonen al termine del Gp d'Italia appena concluso, dove ha conquistato il quarto posto alle spalle delle due Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton e del compagno di squadra Sebastian Vettel. «Non sappiamo cosa succederà nel futuro ma oggi siamo stati più vicini all'obiettivo di quanto potessimo pensare. Abbiamo fatto la giusta scelta per la tattica di gara e per le gomme e in fin dei conti non eravamo a chilometri di distanza da loro e per questo penso che stiamo facendo le cose giuste», ha spiegato.
ARRIVABENE SODDISFATTO - La strategia con due soste scelta dalla Ferrari per il Gp d'Italia «era la più veloce possibile» anche per il team principal Maurizio Arrivabene. «Dovevamo essere aggressivi e che se avessimo fatto un solo pit stop saremmo stati 11 secondi più lenti». Ora l'obiettivo è  «prendere il secondo posto nella classifica costruttori e vincere delle gare. Bisogna dare un segnale anche alle Mercedes: sono molto forti ma non sono imbattibili su certe piste come Giappone, Singapore e Austin. Là le Red Bull tireranno fuori gli artigli e noi dovremo fare meglio di loro».

 

F1 Ferrari, Vettel: «Torneremo a vincere»

 

 

Articoli correlati

Commenti