Ferrari, Binotto: "In Stiria cercheremo di anticipare gli aggiornamenti"

Il team principal fa il punto sulla prossima gara, in programma ancora in Austria: "A Maranello ferve il lavoro"
© Getty Images

SPIELBERG - "Nemmeno il tempo di tirare il fiato dopo un weekend di gara davvero intenso e siamo di nuovo in pista, su quello stesso tracciato dove abbiamo corso domenica scorsa. È una delle novità di questa strana stagione 2020, iniziata a luglio e con una conclusione prevista poco prima di Natale".  Mattia Binotto, team principal della Ferrari, fa il punto a pochi giorni dal secondo impegno del Mondiale di F1, sempre in Austria. Ad appena sette giorni di distanza, si passerà dal Gran Premio d'Austria al primo Gran Premio di Stiria: a non cambiare è il circuito, caratterizzato da dieci curve e lungo appena 4.318 metri. Questa condizione presenta ai tecnici una sfida inedita, perché permetterò un riscontro immediato di tutta la mole di dati raccolti nel weekend precedente. "Innanzitutto vorrei fare i complimenti alla FIA, Formula 1 e al promoter del circuito di Spielberg per lo sforzo profuso nell'organizzazione dell'evento. La Formula 1 è stato il primo sport globale a riprendere il suo percorso dopo lo scoppio della pandemia e va dato il giusto merito a chi ha fatto tutto il possibile per arrivare a questo risultato, tutt'altro che scontato", dice il team principal della Ferrari. "Mentre la squadra gara è rimasta a Spielberg fra un appuntamento e l'altro, a Maranello ferve il lavoro per cercare di reagire alle indicazioni emerse nel primo Gran Premio".

F1, Gp Austria: la classifica Top e Flop
Guarda il video
F1, Gp Austria: la classifica Top e Flop

Inizio in salita

"Sapevamo che sarebbe stato un inizio di stagione in salita - continua Binotto - e lo è stato più di quanto ci aspettassimo ed è per questo che stiamo spingendo sull'acceleratore per cercare di anticipare già questo fine settimana almeno alcuni degli aggiornamenti che avevamo previsto di portare in Ungheria", rivela. "È una corsa contro il tempo ma ce la stiamo mettendo tutta. Proprio perché si correrà sullo stesso tracciato sarebbe importante avere le nuove componenti in modo da poterne confermare l'efficacia e capire se la nuova direzione di sviluppo intrapresa è quella giusta. L'obiettivo del Gran Premio di Stiria è molto chiaro: tirare fuori il massimo dal pacchetto a disposizione e sfruttare ogni opportunità per raccogliere quanti più punti possibile".

Commenti