F1 Ferrari, Brawn: "Leclerc mi ricorda Schumacher e Hamilton"

Il responsabile sportivo del Circus esalta le doti del pilota di Maranello capace di sfoderare prestazioni super con una macchina molto complessa
© Getty Images

PORTIMAO – “È stata un’altra prestazione molto impegnativa di Charles il quale continua a dare motivazione alla Ferrari in vista del prossimo anno: tutto questo all’interno di una stagione molto impegnativa”. Ross Brawn commenta così il quarto posto conquistato da Leclerc nel Gran Premio del Portogallo.

Michael e Lewis

Il responsabile sportivo della Formula 1, attraverso il sito ufficiale del Circus, ha analizzato la stagione del giovane pilota della Rossa: “Il team sa che quando saranno in grado di dargli una macchina più competitiva lui porterà il risultato”, le parole Brawn. L’ex direttore tecnico di Maranello negli anni d’oro è convinto del talento del giovane monegasco: “Un pilota ha due vie davanti a sé quando si trova a fare i conti con una monoposto difficile. Può demotivarsi, le prestazioni calano e non è d’aiuto né per lui né per il team. Al contrario può reagire come ha fatto Charles: scavare ancor più a fondo e dare vita a prestazioni extra, che danno fiducia alla scuderia quando le cose non vanno per il meglio”.

I paragoni nello sport fioccano ma stavolta Brawn mette in campo forse i due piloti più forti della storia: “Dopo aver affrontato questa situazione, quando Leclerc avrà a disposizione una macchina competitiva, sarà un pilota più forte” prosegue Brawn. “Spesso con Michael (Schumacher) abbiamo vinto gare solo per merito suo perché la macchina non era all’altezza ma lui ci riusciva ugualmente. Allo stesso modo Lewis (Hamilton) adesso vince perché dispone di una vettura molto forte ma ricordo bene quando trionfava con una monoposto decisamente inferiore. Ecco Charles sta facendo cose simili in Ferrari”, conclude Brawn.

Commenti