F1 Gp Spagna, Leclerc sorride: "Ho cambiato l'approccio rispetto a Portimao"

Le dichiarazioni dei due piloti della 'Rossa' dopo il venerdì di libere sul circuito di Montemelò
F1 Gp Spagna, Leclerc sorride: "Ho cambiato l'approccio rispetto a Portimao"© Getty Images
TagsferrariF1leclerc

MONTMELO' - Charles Leclerc parte con il piede giusto a Montmelò. La Ferrari ha motivi per sorridere grazie al terzo posto del monegasco nelle seconde prove libere del Gran Premio di Spagna, solamente dietro alle due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Tempo convincente di 1’18"335 in vista del sabato di qualifica che comporrà la griglia di partenza: "Ho cambiato il mio approccio rispetto a Portimao, sto cercando di progredire passo dopo passo e sto guidando meglio: mi trovo più a mio agio con la macchina. Speriamo di poter continuare a costruire qualcosa dopo questo inizio in vista di domani. Sarà molto importante con le qualifiche, specialmente in questa pista. Sappiamo dove migliorare: vediamo se riusciremo a fare un buon lavoro dove fatichiamo ancora”, le parole di Leclerc. 

Le parole di Sainz

Più indietro invece l'altro ferrarista, trattasi di Carlos Sainz. Nel Gran Premio casalingo soffre ancora lo spagnolo, reduce dal deludente weekend di Portimao. Per lui c'è ancora tempo per migliorarsi nelle giornate clou del weekend: "Nelle FP2 ho perso un po’ il bilanciamento e ho faticato - dichiara a Sky Sport - mentre Charles ha fatto addirittura il miglior tempo nell’ultimo settore e questo è incoraggiante. Dobbiamo continuare a lavorare e a rosicchiare: cercheremo di fare una bella qualifica domani. Oggi è stata una giornata incoraggiante perché fin dalle prime prove libere abbiamo visto che la pista aveva molto grip e questo ci ha aiutato a trovare il bilanciamento e a controllare il posteriore".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti