Supercoppa hockey su prato: vincono Amsicora e Tevere Eur

Match disputati al campo “Arnaldi” nell’ambito di ‘Genova 2024 Capitale Europea dello Sport’
Supercoppa hockey su prato: vincono Amsicora e Tevere Eur
2 min

Grande spettacolo nei due match dedicati alla Supercoppa italiana di hockey su prato, inserita nel programma di “Genova 2024 Capitale Europea dello Sport”. L’SG Amsicora iscrive per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro femminile. Un successo arrivato agli shoot out (6-3) al termine della sfida equilibratissima disputata all’Arnaldi contro un’ottima Lorenzoni (3-3). Nei 60’ regolamentari la sfida era terminata in pareggio, con le sarde inizialmente in vantaggio al 13’ con Marina Saboredo ma ribaltate dal micidiale uno-due di Pilar De Biase a segno al 25 su azione e al 26’ su rigore: 2-1 Lorenzoni. In un susseguirsi di emozioni che solo l’hockey sa dare, in un giro di lancette ancora un gol: quello del 2-2 di Amsicora targato Marina Khilko. Lorenzoni si portava ancora in avanti (3-2) con Sabrina Raimo, ma poso dopo Amsicora impattava di nuovo con Camilla Scarpa. Il 3-3 dei regolamentari portava agli inevitabili shoot out, dove il portiere azzurro Cecilia Pastor saliva in cattedra e aiutava le sarde a conquistare per la prima volta questo prestigioso trofeo: 3-0 con i gol di Grinbaum, Carosso e Khilko.

Una gara bellissima, equilibrata ed avvincente, la finale maschile vinta da Tevere Eur contro un Bra (detentore della Coppa Italia) di altissimo spessore, ma alla terza (sfortunata) sconfitta consecutiva in Supercoppa, di cui comunque detiene il record di edizioni vinte: tre. La gara: vantaggio dei neo campioni d’Italia con il gol su corto dell’azzurro Felix Dionisi Vici al 10’ e pari braidese al 25’ con la rete di Lorenzo Padovani: 1-1, risultato che permane fino alla fine del primo tempo. I piemontesi la rovesciano con Priyesh Bhana al minuto 42, ma poco dopo è Julien Temmerman a ristabilire l’equilibrio: 2-2 alla fine del terzo periodo; risultato che permane fino al termine dei regolamentari. Agli shoot out Koshelenko e Bhana segnano per Bra, Cardenas, Dionisi Vici, Palombi e Zalatel per il Tevere: e il 6-4 finale incornicia la stagione da sogno dei romani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA