IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Parco di Colofiorito, un oasi in mezzo alla natura

Parco di Colofiorito, un oasi in mezzo alla natura

Una tra le aree protette più belle dell'Umbria che grazie al suo particolare habitat favorisce la presenza di molte biodiversità sia vegetali che animali

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 4 maggio 2016 09:47

Il Parco di Colfiorito, il più piccolo tra le aree protette dell’Umbria, è situato al centro degli Altopiani Plestini, conche tettonico-carsiche fondo di antichi bacini lacustri, a circa 800 m. di quota. La Palude, area permanentemente allagata, è zona umida d’interesse internazionale e costituisce il cuore naturalistico del Parco. Il particolare habitat favorisce la presenza di una ricca biodiversità, sia vegetale sia animale, con specie rare e minacciate, che qui trovano le condizioni ideali per vivere e riprodursi. Aironi, anatre, rapaci, ma anche libellule e farfalle possono essere osservati percorrendo i sentieri del Parco e sostando nei punti d’avvistamento.

Il Museo Naturalistico con le collezioni d’insetti e uccelli imbalsamati, l’erbario, la stratigrafia geologica, i plastici del territorio, fornisce un’informazione completa sulle peculiarità dell’area. Natura, paesaggio ma anche storia; l’antica popolazione umbra dei Plestini ha abitato gli altopiani fin dalla preistoria. Le testimonianze degli insediamenti sono visibili nel Museo Archeologico che espone oltre 1.400 reperti. Scuole e gruppi organizzati, prenotando, possono usufruire delle strutture didattiche e del supporto del personale del Parco.

Articoli correlati

Commenti