IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Al Piper Club rivivono i Beatles

Al Piper Club rivivono i Beatles

Approda anche a Roma il format Heroes che permetterà, solo per questa notte, di tuffarsi nel 1965 con la leggenda dei The Fab Four

Sullo stesso argomento

 

venerdì 11 novembre 2016 14:20

Stasera il Piper Club di Roma, uno dei pochissimi club del continente attualmente in attività, si prepara a rivivere le emozioni del concerto record dei Beatles per presenze e incassi dell'epoca: quello allo Shea Stadium di New York nel 1965. A rendere possibile tutto ciò è il format Heroes che, dopo i clamorosi successi di New York, Los Angeles, Melburne e Pechino, approda finalmente in Europa scegliendo la Capitale come prima tappa del tour. 

Heroes ripropone fedelmente in tutto e per tutto i grandi concerti della storia del rock, non lasciando niente al caso: dai costumi originali, alle fedeli riproduzioni delle strumentazioni dell'epoca, dalla scaletta ai passaggi chiave del concerto, passando per la scenografia, l'effettistica e tutte le componenti dello show. La particolarità di questo nuovo format è quella di coinvolgere appieno il pubblico, che sarà rigorosamente vestito seguendo la moda e il mood dell'epoca, pronto a viaggiare indietro nel tempo e rivivere le fantastiche atmosfere ed emozioni che hanno sempre caratterizzato i concerti del famosissimo gruppo musicale.

La band protagonista dello show è “The BeaTers”, la formazione più seguita al mondo tra i tributi ai Beatles, che vanta oltre 450.000 follower su Facebook. La band riproporrà fedelmente tutti i momenti del concerto: John, Paul, Ringo e George spuntano dai camerini in corrispondenza della prima base, e corrono fino a raggiungere il palco, dal quale Ed Sullivan li sta annunciando con queste parole: «E adesso, signore e signori, decorati dalla loro nazione, decorati dalla loro Regina, amatissimi qui in America, ecco i Beatles!». Anche la scaletta sarà mantenuta quasi identica (salvo piccole variazioni occasionali) per tutto il tour, aprendosi con “Twist and shout” e seguita da “She's a woman”, “I feel fine”, “Dizzy Miss Lizzy”, “Ticket to ride”, “Everybody's trying to be my baby”, “Can't buy me love”, “Baby's in black”, “Act naturally”, “A hard day's night”, “Help!” e “I'm down”. Lo spettacolo, rigorosamente in inglese, farà rivivere nuovamente sul palco la leggenda dei The Fab Four.

Articoli correlati

Commenti