Supermagic, il festival della magia a Roma

Da oggi al 5 febbraio al Teatro Olimpico arriva la quattordicesima edizione dello spettacolo internazionale ideato da Remo Pannain

Torna a Roma lo spettacolo di magia che da anni ormai registra uno strepitoso successo Supermagic è stato ideato per garantire una perfetta fruizione per ogni tipo di pubblico. Indiscussi protagonisti saranno le grandi stelle della magia internazionale che si esibiranno per il pubblico romano ognuno con la sua specialità, a partire da Remo Pannain, l’ideatore di Supermagic che, come ogni anno, porterà in scena un “cammeo”. Roxanne è un’affascinate illusionista, nella sua esibizione la magia e la femminilità prendono vita in un’atmosfera mistica e tenebrosa volta a incantare il pubblico. E poi ancora Marco Zoppi, un fantasista italiano specializzato nell’arte delle bolle di sapone, che con il suo mix di arte e magia è capace di creare incredibili effetti visivi. Basilio Tabacchi, prestigiatore comico, porterà invece sul palco allegria e comicità per far sorridere il pubblico con uno dei più grandi poteri magici, ovvero la risata. Aaron Crow è il maggiore esponente mondiale della magia bizzarra: dopo le sue performance estreme e ricche di suspence, si cimenterà in un nuovo momento di grande tensione con un esperimento adrenalinico di assoluta precisione, nel corso del quale anche un solo piccolo errore potrebbe essere fatale.

Charlie Mag è riuscito a reinventare lo stile del mago classico creando un numero originale e moderno, una combinazione di abilità ed emozione per presentare in scena una straordinaria esibizione in grado di trasmettere la vera essenza della magia. Norbert Ferrè è un artista poliedrico, la sua manipolazione ha uno stile inconfondibile e le sorprese che si nascondono all’interno del suo show sono l’essenza di questa nobile arte. Topas, infine, unisce perfettamente musica e magia, riesce a incantare il pubblico con la sua virtuosa destrezza e con le sue esclusive illusioni mai viste prima, dalla clonazione del suo corpo alla sparizione di una persona sospesa in aria. Appuntamento quindi al Teatro Olimpico, dal 26 gennaio al 5 febbraio, per uno spettacolo che consentirà a tutti, per ben due ore, di sognare ad occhi aperti e di vivere esperienze davvero surreali.

Commenti