IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Il Giardino di Ninfa riapre al pubblico

Il Giardino di Ninfa riapre al pubblico

Sabato e domenica 1 e 2 aprile tornano le viste al Monumento Naturale situato nel territorio di Sermoneta

Sullo stesso argomento

 

venerdì 31 marzo 2017 13:24

Che la primavera sia arrivata ce ne siamo accorti un po’ tutti. Il sole abbraccia ormai da qualche tempo la Capitale, ma se ancora ce ne fosse bisogno arriva un altro indizio a dirci che la stagione dei fiori, degli amori e della rinascita è ormai al centro delle nostre giornate: riapre il Gardino di Ninfa. Per la stagione del 2017 la Fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta onlus ha ufficializzato da tempo che le prime aperture al pubblico del fantastico Giardino saranno proprio nel primo weekend di aprile. Sabato e domenica, 1 e 2 aprile, Ninfa riapre tutto il suo splendore a chiunque voglia farne visione. 

Il Giardino di Ninfa, dichiarato Monumento Naturale e situato nel territorio di Sermoneta, comprende l’area di Pantanello, all’interno della quale la Fondazione Roffredo Caetani ha voluto ricostruire il paesaggio precedente la bonifica integrale delle Paludi Pontine, inserendo sei stagni e creando zone a vegetazione tipica e il giardino all’inglese, ampio circa otto ettari e impiantato all’interno delle rovine della città medievale, attraversato dal fiume Ninfa.

Per il mese di aprile le aperture al pubblico (oltre a quelle di questo fine settimana) sono previste per il 9, 16, 17, 23, 25 e 30. Le visite continueranno poi, sempre il base al calendario, fino al 5 novembre. La Fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta onlus, come per lo scorso anno, conferma che le prenotazioni vanno fatte online attraverso il sito www.giardinodininfa.eu, ciò renderà più agevole e piacevole la passeggiata nel Giardino più bello del mondo. Sempre su prenotazione rimane anche la possibilità per i gruppi organizzati (minimo 25 partecipanti) di visitare il Giardino di Ninfa in qualsiasi giorno dell’anno, al di fuori dei giorni di apertura al pubblico.

Articoli correlati

Commenti