Lazio, regione... da scoprire

Ecco tre destinazioni da vedere in 6, 12 e 18 ore. A pochi km da Roma è possibile vivere esperienze uniche visitando siti di grande fascino storico e naturalistico
Lazio, regione... da scoprire
TagsInRegioneLaziobellezze Lazio

18 ORE

Ponza, la perla delle Isole Pontine

Per gli amanti del mare una gita di un giorno a Ponza è quello che ci vuole. Raggiungere l'isola dalla Capitale è semplice: imbarcandosi dal Porto di Anzio si impiegano poco meno di due ore e, una volta sbarcati, il coloratissimo porto borbonico, ancora oggi il porto di Ponza, offre un colpo d’occhio unico. Costellata da spiagge e calette, per lo più raggiungibili soltanto via mare, l'isola vanta anche molti punti di interesse naturalistico, tra cui la Spiaggia di Frontone, ma anche una serie di strutture romane che vanno dalle Piscine Naturali, alle Grotte di Pilato: un tempo bagni privati collegati alla villa di Ottaviano Augusto, di cui oggi restano solo pochi ruderi. Il modo migliore per visitare Ponza è sicuramente un giro in barca, le offerte sono molte: il giro classico tocca luoghi ricchi di fascino come le Grotte Azzurre, la Grotta degli Smeraldi e la Grotta della Maga Circe.

 

12 ORE

Subiaco, tra arte e spiritualità

Situata su uno sperone di roccia calcarea, che domina la Valle dell’Aniene,  Subiaco è

tra i Borghi più Belli d'Italia: qui è possibile ammirare l’imponente  Abbazia di San Benedetto, definita  da Pio II “nido di rondini" e il monastero di Santa Scolastica. Poco fuori il borgo la splendida Chiesa di San Francesco del 1327 e le Chiese neoclassiche di Sant'Andrea e di Santa Maria della Valle. Lungo la strada, che dai Monasteri conduce a Subiaco, sono visibili i resti della Villa di Nerone. I suoi dintorni, compresi nel Parco dei Monti Simbruini, hanno grande importanza dal punto di vista naturalistico: da qui si raggiunge Monte Livata, rinomata  stazione sciistica. Per addolcire la vostra gita provate i “subiachini”: tipico biscotto dalla caratteristica forma a colomba a base di  mandorle dolci, chiara d'uovo e zucchero a velo.

 

 

6 ORE

Vignanello, un giardino segreto

A circa 70 km da Roma c'è la città di Vignanello. famosa per il suo Castello Ruspoli, edificato dai monaci benedettini, ma soprattutto per il giardino: uno dei più bei parterres esistenti in Italia. Tipico esempio di dimora nobiliare, risalente al 1280, allo stato attuale il castello si presenta come lo  volle nel 1610 Ottavia Orsini (figlia di Vicino Orsini creatore del suggestivo Parco di Bomarzo). Fu lei a creare lo splendido giardino di forma rettangolare, considerato a tutt'oggi tra i più belli esistenti nel nostro Paese. Da non perdere anche il cosiddetto "giardino segreto", situato a un  livello più basso rispetto a quello principale e a cui si accede da un' entrata secondaria. Se volete fermarvi a mangiare a Vignanello non dimenticate di provare gli “Gnocchi co' i fero” con sugo di salsicce (o “rocchi” in dialetto) e abbondante pecorino. 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti