IN Roma

Cinema

Vedi Tutte
Cinema

Trainspotting 2, correre ancora a Edimburgo

Trainspotting 2, correre ancora a Edimburgo

Il regista premio Oscar, Danny Boyle, ritrova gli eroi del film del 1996

Sullo stesso argomento

 

giovedì 23 febbraio 2017 12:13

Vent’anni dopo averli visti correre per le strade di Edimburgo, Renton, Sickboy, Spud e Begbie tornano sul grande schermo. Con la regia di Danny Boyle oggi arriva nelle sale Trainspotting 2, il seguito delle avventure dei quattro ragazzi scozzesi del 1996 usciti dalla penna di Irvine Welsh. Il primo film fu un seminale esempio di cinema cinetico, con uno straordinario utilizzo della musica pop e rock – i brani Born Slippy e Lust for Life sono un tutt’uno con le immagini – e la forza di raccontare un mondo, quello dei tossici e degli sconfitti, che fino a quel momento non aveva mai avuto una sua voce al cinema. Il viaggio di Danny Boyle dentro le storie di droga e disperazione sconvolse gli anni Novanta, lasciando un segno indelebile come la celebre scena del water in cui Renton si immerge dopo aver cercato di recuperare una pasticca d’oppio. Trainspotting 2 riprende i quattro personaggi 20 anni dopo averli lasciati. La morte della madre di Renton lo costringe a tornare a casa, dove trova gli amici che aveva derubato quasi congelati, il suo arrivo mette di nuovo in moto ricordi ed emozioni e le vite di tutti e quattro riprendono il  loro movimento tra droghe e tentativi di trovare un posto nel mondo. Il monologo “Scegliete la vita” è stato sostituito da “Sono fottuto”: non c’è spazio per splendidi quarantenni a Edimburgo.

Articoli correlati

Commenti