IN Roma

Eventi

Vedi Tutte
Eventi

Emergency torna “Pe' strada”

Emergency torna “Pe' strada”

Il 6, 7 e 8 maggio ai Fori Imperiali arte, musica e spettacolo incontrano la solidarietà con il secondo il Buskers Festivan di Emergency

Sullo stesso argomento

 

giovedì 5 maggio 2016 13:23

Tre giorni in cui arte, musica e spettacolo incontreranno la solidarietà per invitare il pubblico a riflettere sulle realtà in cui Emergency lavora. La cornice del secondo secondo Buskers Festivan di Emergency sarà quella dei Fori Imperiali dove artisti (giocolieri, maghi, trampolieri, mangiafuoco), medici, operatori sanitari, mediatori culturali, cantanti e attori, riuniti insieme in un programma ricco di iniziative che prevede anche tre serate di grande musica sul palco, dal lato di piazza Venezia.

A presentare le serate saranno Massimiliano Bruno (sceneggiatore, attore e regista, autore de Gli ultimi saranno ultimi), Stefano Fresi (musicista e attore interprete, tra gli altri, di Smetto quando voglio e Forever Young) e Paola Minaccioni (attrice cinematografica e teatrale e autrice radiofonica, presenza fissa al Ruggito del coniglio di Rai RadioDue). Protagonisti invece dello spettacolo musicale Adriano Bono e i Reggae Circus, band di musica e arte circense, che animeranno il palco di via dei Fori Imperiali sabato 7 e domenica 8.

Sul palco saliranno anche tanti amici di Emergency, a partire dal presidente dell’associazione Cecilia Strada per passare dal musicista Sandro Joyeux alle BestieRare (il gruppo rap di cui fa parte Elio Germano), dagli attori Camilla Filippi, Vinicio Marchioni, Greta Scarano, Michele Alhaique, Paolo Calabresi allo scrittore Erri De Luca e tanti altri.

Il weekend proseguirà poi sabato con la “Parata circense per la Pace” e domenica con lo spettacolo teatrale StupidoRisiko - Una geografia di guerra. Insomma tra giorni in cui arte, musica e ogni forma di spettacolo saranno al servizio della causa di Emergency, per conoscere e informarsi sulle attività dell’associazione e per dire ancora una volta tutti insieme no ad ogni forma di guerra. I fondi raccolti grazie al festival saranno destinati al Programma Italia.

Articoli correlati

Commenti